Al mio caro papà...

sabato 31 gennaio 2009

Baccalà in umido


Qualche consiglio su come scegliere ed ammollare il baccalà potete trovare qui. Le dosi degli ingredienti sono indicative, variano a seconda del tipo di baccalà utilizzato. Fate attenzione con il sale, con il baccalà se esagerate non c'è modo di rimediare, quindi cautela, meglio aggiungerne un pizzico alla fine.
Ingredienti: 1 kg di baccalà ammollato, 1 piccola cipolla, 1 costa di sedano, latte, polpa o passata di pomodoro, prezzemolo, olio e.v. d'oliva, 1-2 spicchi d'aglio, 1 foglia d'alloro, 1 mazzetto di prezzemolo tritato, sale e pepe.
Preparazione: pulite e private il baccalà dalle spine e dalla pelle, potete aiutarvi con una pinzetta. In una casseruola versate abbondante olio evo, la cipolla ed il sedano finemente tritati, sbriciolate grossolanamente il baccalà con le dita, aggiungete circa 1 bicchiere di polpa o passata di pomodoro, la foglia d'alloro, l'aglio, poco sale, una macinata di pepe ed il latte, che non deve coprire completamente il pesce, quindi regolatevi da soli per la quantità. Mescolate, coprite e cuocete a fuoco basso per circa 2-3 ore o più se necessario, dipende dalla qualità dello stoccafisso, mescolando di tanto in tanto e controllando che il sugo di cottura non si sia consumato, nel qual caso aggiungete un pò di latte caldo e dell'olio evo. A metà cottura aggiungete il prezzemolo tritato. Servite con dell'ottima polenta abbrustolita.

giovedì 22 gennaio 2009

Premi

Manu e Cristina mi hanno assegnato questo premio:


Questo "premio abbraccio" mi è giunto da Angy, una nuova amica:




Luca e Sabrina, gentili come sempre, mi hanno premiato con questo simpatico trofeo.


Rosa, amica spagnola che vive nella meravigliosa Ibiza, mi ha assegnato questo premio


Mary mi omaggia di questi due premi:


Questo premio arriva da Morè: I LOVE YOUR BLOGPasso questi premi a Annamaria, Manu, Rosa, Morè, Mary, Luca e Sabrina, Angy , Cristina, Rosetta e Mika. Li estendo a tutti voi che visitate questo blog. Alcune di voi li avranno già ricevuti, ma tanto è il pensiero che conta...no?

sabato 10 gennaio 2009

Polpetti moscardini in umido

Questa è una di quelle ricette che piacciono a me, di una semplicità quasi imbarazzante e dal costo contenuto, se volete qualche consiglio su come scegliere e pulire i polpi andate qui.

Ingredienti: 1 kg di polpi moscardini, 1/2 bicchiere di vino bianco secco, qualche cucchiaio di salsa di pomodoro, 1 foglia di alloro, 2 - 3 spicchi d'aglio, qualche foglia di salvia, un ciuffo di prezzemolo tritato, un pizzico di peperoncino, olio e.v. d'oliva, sale.
Preparazione: Pulite e lavate bene i polpi. Mettete in una pentola di coccio o in altra pentola con fondo spesso, tutti gli ingredienti a crudo ad eccezione del prezzemolo che lo aggiungerete a fine cottura. Coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 1 ora e mezza o più, fino a quando i polpi saranno teneri. Se i polpetti sono di taglia grande tagliateli in 2 - 3 pezzi, altrimenti lasciate interi. Serviteli caldi con dell'ottima polentina morbida o su dei crostoni di pane sfregati con aglio. Con quello che avanza, se ne avanza, potete condire gli spaghetti.

lunedì 5 gennaio 2009

Brasato di manzo



Un'importanza fondamentale in questa ricetta oltre la carne, la riveste il vino, dev'essere assolutamente di ottima qualità. Questa è una versione del brasato più semplice e meno elaborata di molte altre che si possono reperire in giro, infatti tra le altre cose, non prevede la marinatura. Questa ricetta seppur più veloce è comunque squisita. Piatto invernale, si accompagna generalmente con dell'ottima polenta o del purè. Io invece l'ho trovato divino con del radicchio di Treviso grigliato.
Ingredienti: 1 kg di polpa di manzo, 2 bicchieri di cabernet sauvignon di buona qualità , 1 scalogno (oppure 1 cipolla ), 1 costa di sedano, 1 carota, 1 foglia di alloro, olio evo, sale e pepe.
Preparazione: tritate le verdure grossolanamente e fatele soffriggere in olio evo con la foglia di alloro, rosolate la carne sigillandola da tutti i lati. Versate il vino rosso, regolate di sale e pepe, coprite con un coperchio e cuocete a fuoco basso per 2 ore e 1/2 o più se necessario, rigirando la carne di tanto in tanto e controllando che il liquido di cottura non si sia consumato, nel qual caso aggiungette un pò di brodo caldo. Terminata la cottura togliete la carne e tenetela al caldo, eliminate la foglia di alloro e preparate la salsa frullando le verdure con il fondo di cottura. Tagliate a fette la carne, nappatela con la salsa e servite.


Mestolo&Paiolo Augura a tutti voi Felice Epifania!

"Adorazione dei Re" Giambattista Tiepolo, 1753
Alte Pinakothek Monaco


Si è verificato un errore nel gadget

I miei premi - My awards

 

blogger templates