Al mio caro papà...

mercoledì 17 dicembre 2008

Filetto al radicchio di Treviso


Siamo in stagione di radicchio rosso tardivo di Treviso, uno dei piatti che troverete in tutti i ristoranti del trevigiano è proprio questo. La ricetta prevede l'utilizzo di panna, io l'ho sostituita con del latte intero "del contadino", risparmiando così qualche caloria.

Ingredienti: 4 filetti di manzo, 300 gr di radicchio tardivo di Treviso, vino rosso, 1 cubetto di panna da cucina (o del latte intero di buona qualità), 30 gr di burro, 1 cipolla piccola, olio e.v. d'oliva, sale e pepe.

Passate i filetti su una griglia caldissima per pochi minuti, toglieteli dal fuoco e teneteli al caldo. Nel frattempo fate imbiondire in una padella con burro e olio evo la cipolla tritata. Aggiungete il radicchio di Treviso tagliato a pezzettini, fatelo stufare brevemente e sfumate con vino rosso. Abbassate il fuoco e versate la panna o il latte se preferite, mescolando sino ad ottenere una salsa cremosa. Aggiungete i filetti appena grigliati, regolate di sale e pepe e continuate a cuocere secondo le vostre preferenze di cottura della carne, consiglio di mantenerla rosata.

18 commenti:

  1. Veramente è una meraveglia questa ricetta.
    Complimenti!!!

    RispondiElimina
  2. Stefano deve essere stratosferico.
    Che bello il tuo albero di Natale.
    ciao

    RispondiElimina
  3. Ottima ricetta, il radicchio di TV così non l'ho mai preparato, da mettersi subito ai fornelli!.
    Ciao e buona serata!

    RispondiElimina
  4. Che bell'idea! Buonooooooooooo.

    RispondiElimina
  5. Bella ricettina, grazie Stefano!!!
    Buona serata!!!

    RispondiElimina
  6. mamma che merviglia di ricetta!!
    e chi ci avrebbe pensato!!!

    grazie della Dritta!!!s'ha da fà!!!

    baci morena

    RispondiElimina
  7. come resistere..questo filetto con radicchio e panna fa proprio voglia! deve avere un sapore molto delicato!
    baci baci

    RispondiElimina
  8. Mamma mia che fame mi hai fatto venire!!!!!!
    Un abbraccio
    Fra

    RispondiElimina
  9. oddio!....solo a guardarlo mi viene un languorino........

    RispondiElimina
  10. che buona questa ricetta...da provare..
    Annamaria

    RispondiElimina
  11. Non ho mai usato il radicchio trevigiano "a caldo" e questa è una riceta che non ho mai fatto..visto il periodo credo proprio che sarebbe un piatto nuovo per me e la mia famiglia da sperimentare e gustare.
    Un abbraccio, prelibatissimo mio chef ^_^

    RispondiElimina
  12. Lo sapevo che avrei trovato una buona idea da te! Da troppo tempo non cucino il radicchio, ora so quale sarà il mio prossimo contorno!

    RispondiElimina
  13. Tiene una pinta exquisita esta receta, me quedo con las ganas de saber que es radicchio tardivo di Treviso, pero de verdad que me han dadpo ganas de morder la pantalla jajajaja.
    Buen fin de semena Paolo

    RispondiElimina
  14. Sono appena tornata da Treviso, dove ancora abitano i miei genitori, e come di consueto ho portato con me il più bel fiore della città....una cassetta di radicchio, fantastico, comprato al mercato quotidiano vicino alla pescheria.
    L'ho già utilizzato in tutti i modi, nel risotto, alla griglia, con le patate bollite( il massimo),con il filetto e il gorgonzola.
    I due cespi fieramente rimasti a presidiare il frigo aspettavano solo la tua ricettina....tra mezz'ora, a tavola, penserò a te.

    RispondiElimina
  15. Un nostro carisssimo amico cuoco (a dire il vero è un parente acquisito di Luca) sostiene che aggiungere la panna nel filetto è un omicidio. Anche noi, e non per le calorie, usiamo il latte intero (non del contadino) quando vogliamo dare cremosità ai piatti. Risulta tutto più leggero e non si "uccidono" i sapori. La panna è un'opzione rara. Così va fatto il filetto, con il latte!
    Un grande abbraccio e un meraviglioso Natale!
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  16. Buon Natale Buon Natale!!!! Chissà che cose buone cucinerai per queste feste!!!!!
    un bacio Pippi

    RispondiElimina
  17. Sabrina&Luca
    Siamo d'accordo, sono però dell'idea che in cucina non ci debbano essere dei dogmi, ma che piuttosto le regole siano dettate dai gusti e dalla fantasia personale. Io la panna la metto sempre come opzione, non la uso quasi mai (come vedi nemmeno in questo caso), però a molti piace e non per questo strabuzzo gli occhi ^__^
    Se proprio vogliamo assaporare il filetto, esiste modo migliore che scottarlo su una griglia, versare un filo d'olio, sale e pepe?
    Ti ringrazio del commento e ti abbraccio.
    Buon Natale,
    Stefano

    RispondiElimina
  18. complimenti bella e buona ricetta la provo poi ti farò sapere ciao
    http://stefanodeste.blogspot.com/

    RispondiElimina

Grazie della visita e del commento, risponderò nel tuo blog.
I commenti anonimi saranno rimossi.

Si è verificato un errore nel gadget

I miei premi - My awards

 

blogger templates