Al mio caro papà...

sabato 27 dicembre 2008

Capesante gratinate e tanti Auguri di Felice Anno Nuovo!

Questa è un'ottima portata per queste festività, sia come antipasto che come secondo. Facile, veloce e di sicuro successo. E' l'ultima ricetta del 2008 e voglio chiudere l'anno con un ottimo piatto di pesce.


Ingredienti: 12 capesante, 120 gr. di pangrattato, 50 gr di parmigiano, 2 spicchi d'aglio, abbondante prezzemolo tritato, olio e.v. d'oliva, poco vino bianco secco, sale e pepe.
Preparazione: lavate le capesante sotto acqua corrente, pulitele conservando il frutto ed il corallo. In una ciotola amalgamate il pangrattato, il parmigiano, l'aglio ed il prezzemolo finemente tritati, un pò d'olio evo, sale e pepe. Disponete le capesante in una teglia da forno e ricopritele con il composto che avete preparato. Spruzzate di vino bianco ogni guscio e infornate in forno già caldo a 180° per circa 20 minuti, gli ultimi 2-3 minuti accendete il grill, impiattate e servite.

Tanti Auguri di un Felice e Sereno Anno Nuovo!

mercoledì 24 dicembre 2008

Buon Natale

Mestolo&Paiolo augura Buon Natale a voi ed alle vostre famiglie!

Natale è un giorno speciale per me, è una festa che sento molto per il significato che ha, ed anche perché è il mio compleanno. Una festa che dedicherò alla mia famiglia ed a mio figlio in particolare, è questo per me il più bel regalo.

Auguri a tutti!



giovedì 18 dicembre 2008

Come spellare una sogliola su Blog di Cucina.



Oggi sono su Blog di Cucina, mi trovate qui.

Ciao

mercoledì 17 dicembre 2008

Filetto al radicchio di Treviso


Siamo in stagione di radicchio rosso tardivo di Treviso, uno dei piatti che troverete in tutti i ristoranti del trevigiano è proprio questo. La ricetta prevede l'utilizzo di panna, io l'ho sostituita con del latte intero "del contadino", risparmiando così qualche caloria.

Ingredienti: 4 filetti di manzo, 300 gr di radicchio tardivo di Treviso, vino rosso, 1 cubetto di panna da cucina (o del latte intero di buona qualità), 30 gr di burro, 1 cipolla piccola, olio e.v. d'oliva, sale e pepe.

Passate i filetti su una griglia caldissima per pochi minuti, toglieteli dal fuoco e teneteli al caldo. Nel frattempo fate imbiondire in una padella con burro e olio evo la cipolla tritata. Aggiungete il radicchio di Treviso tagliato a pezzettini, fatelo stufare brevemente e sfumate con vino rosso. Abbassate il fuoco e versate la panna o il latte se preferite, mescolando sino ad ottenere una salsa cremosa. Aggiungete i filetti appena grigliati, regolate di sale e pepe e continuate a cuocere secondo le vostre preferenze di cottura della carne, consiglio di mantenerla rosata.

mercoledì 10 dicembre 2008

Brodetto di pesce


Dicembre ha un'atmosfera ed un fascino particolare, è il mese che preferisco, è il mio mese. Voglio dedicare a questo mese alcuni dei piatti che preferisco. Questa zuppa è tipica della costa adriatica, quando la preparate usate il pesce fresco disponibile al momento. Più variate le specie migliore sarà il risultato. Richiede ovviamente un po' di lavoro, ma credetemi, ne vale la pena. Per Natale fatevi un regalo,...preparatevi un buon piatto di questa favolosa zuppa!

Ingredienti: 1 kg di seppie pulite e tagliate a strisce, 1 piccolo rombo, 1 spigola da porzione, 300-400 gr. di canocchie, 500 gr. di cozze, 1 trancio di vitello di mare tagliato a pezzi grossi, 200 gr. di ghiozzi (per il brodo), 2 cipolle, 2-3 spicchi d'aglio, 1 bicchiere di polpa di pomodoro, 1 bicchiere di vino bianco secco, un ciuffo di prezzemolo, una carota, una costa di sedano, 1 foglia d'alloro, salvia, olio e.v. d'oliva, peperoncino, sale.
Preparazione: cuocete la spigola ed il rombo in acqua salata con la costa di sedano, una cipolla, la carota, l'alloro, del pesce da utilizzare per il brodo ( io ho usato ghiozzi). Quando il rombo e la spigola saranno cotti, tenete da parte la polpa e rimettete le teste e le lische a sobbollire assieme alle verdure. Tritate l'altra cipolla, l'aglio, il prezzemolo e soffriggeteli con peperoncino e salvia. Aggiungete prima le seppie, sfumate con un bicchiere di vino bianco, versate la polpa di pomodoro e lasciate cuocere fino a quando le seppie saranno diventate tenere. Aggiungete via via gli altri pesci, versando poco brodo alla volta. Verso fine cottura aggiungete le cozze. Dopo pochi minuti aggiungete la polpa del pesce che avete tenuto da parte, lasciate sobollire 10 minuti e versate la zuppa su piatti di coccio, con fette di pane abbrustolito e strofinato con aglio.
Con questa ricetta mantengo una promessa che feci diverso tempo fa alla mia cara amica Sara.

venerdì 5 dicembre 2008

Granchio alla pescatora


Questa semplice ricetta può presentare alcune varianti proprio per la sua semplicità e diffusione tra le famiglie di pescatori. Se lo consumate come secondo, un granchio di circa 1 kg è sufficiente per due persone, se lo consumate come antipasto sarà sufficiente per 4 persone. Vi assicuro che è un piatto squisito seppur insolito per molti.
Ingredienti: 1 granchio gigante (grangiporro), 1-2 spicchi d'aglio, olio e.v. d'oliva, vino bianco, sale e pepe.
Preparazione: pulite e lavate il granchio, apritelo facendo leva dalla parte posteriore del carapace, togliete l'intestino e le branchie (sono spugnose ed a forma di punta), con un coltello seghettato tagliatelo a pezzi grossi, tagliate a metà anche il carapace. Le chele e le zampe vanno schiacciate grossolanamente con uno schiaccianoci. Mettete il granchio in una pentola con bordi di almeno 10-15 cm, versate l'olio, l'aglio, poco vino bianco, aggiustate di sale e pepe, coprite con un coperchio e accendete il fuoco lasciando cuocere a fuoco basso per 15-20 minuti. Volendo si può aggiungere, una fogliolina di salvia, oppure menta o un rametto di rosmarino. Irrorate con il sugo che rilascia e servite. Si mangia con le mani, dimenticatevi coltello e forchetta!

venerdì 28 novembre 2008

Risi con il latte


Questa antica e semplice ricetta appartiene alla cucina povera tradizionale, ha contribuito a sfamare intere generazioni quando la vita era difficile e la lotta alla fame davvero dura. Un piatto che di tanto in tanto mi piace gustare. Adattissimo per i bambini.
Ingredienti: 300-350 gr di riso, 1,5 lt. di latte, un pizzico di sale grosso.
Preparazione: semplicissimo, fate bollire il latte con un pizzico di sale, aggiungete il riso e mescolate continuamente portando a cottura. Volendo si può aggiungere del parmigiano.
Buon fine settimana, ci rivediamo martedì.

giovedì 20 novembre 2008

Rombo al forno con finocchietto selvatico e patate


Una ricetta molto semplice per questo pesce dalle carni squisitamente delicate. Il tempo di cottura è indicativo, varia a seconda del tipo di forno. Per non rovinare il pesce non bisogna esagerare con la cottura. Consiglio di utilizzare della carta da forno sul fondo della teglia.

Ingredienti: 1 rombo chiodato di 1 kg, 1 rametto di finocchietto selvatico, vino bianco secco, patate, olive, poco burro, sale , pepe, olio e.v. d'oliva.

Preparazione: lavate e eviscerate il rombo ed adagiatelo su una teglia ricoperta da uno strato di patate che avrete precedentemente pulito ed affettato. Versate una spruzzata di vino bianco, tritate finemente il rametto di finocchietto e cospargelo sul pesce, regolate di sale, pepe e aggiungete alcuni fiocchi di burro, qualche oliva ed un filo d'olio evo. Infornate a 180° per circa 30 minuti. Servitelo con le patate.

domenica 16 novembre 2008

Roast beef all'inglese


Si possono trovare molti modi di preparare il roast beef all'inglese: cotto sul fuoco, al forno, condito con senape, cotto con sedano carota e cipolla...Quella che vi vado a illustrare è la ricetta che da sempre si usa a casa mia, come vedrete è molto semplice perché una carne tanto delicata e saporita merita di essere apprezzata mantenendo inalterati i propri sapori. I tempi di cottura variano a seconda delle preferenze.
Ingredienti: 1 kg di roast beef di manzo (controfiletto, sottofesa, lombata), olio e.v. d'oliva, sale, pepe.
Preparazione: se necessario legate la carne con uno spago per dargli una forma regolare, scaldate in una teglia dell'olio e.v. d'oliva e date una breve rosolatura alla carne su tutti i lati, facendo attenzione a non bucarla. Mettetela nel forno preriscaldato a 220 gradi e lasciate cuocere per 15 - 20 minuti, rigiratela, salate e pepate e continuate la cottura per altri 15 minuti. Se preferite la carne più cotta portate la cottura a 25 - 30 minuti per parte. Estraetela dal forno, copritela e lasciatela riposare una decina di minuti, affinché i succhi irrorino per bene la carne. Tagliate a fette e servite condendo con il sugo di cottura. Come accompagnamento ho preparato delle patate al forno che ho tagliato a pezzi, salato e condito con olio evo, salvia e infornato su una teglia contemporaneamente alla carne. Nel frattempo che la carne riposa dopo la cottura, lasciate le patate in forno, poi servite assieme.

giovedì 13 novembre 2008

Premi Vecchi e Nuovi

Un grazie alle simpaticissime Susina e Calliope, per avermi assegnato questi premi:



























Mirtilla, Mina, May, Maddea e Sara mi offerto dato questo premio. Ricambio con un grande abbraccio!
Questo premio lo assegno a Regina.


Nana, Stella Fede, Sara mi hanno assegnato il premio dolcezza (evidentemente non mi conoscono bene ;P), le ringrazio di cuore per questo pensiero.




Con colpevole ritardo (mea culpa) pubblico questo simpatico premio donatomi da Annamaria, alla quale rivolgo un sincero GRAZIE!

Premio miglior cuoco suggeritore




Grazie anche alla mitica Sally e Heidi, che hanno pensato a me:Nuvoletta e Daniela, mi hanno invece assegnato il premio A.C.E., grazie anche a voi, un abbraccio!



Infine, un grazie a Laura, Heidi e Manu, per il premio Arte Ponto Vida,



Ciao tutti,

martedì 4 novembre 2008

Sardine in carrozza

Questa ve la consiglio, una ricetta tutto sommato veloce, con poca difficoltà farete felici voi stessi ed i vostri commensali, provatela!
Ingredienti: 16 sardine, 1 uovo, 1 mozzarella, qualche acciuga sott'olio, farina di fiore, pangrattato, olio per friggere, sale.
Preparazione: pulite e lavate le alici privandole della testa, delle interiora, della lisca e apritele a metà a libro. Prendete una sardina, metteteci in mezzo un pezzetto di mozzarella, uno di acciuga e chiudete il tutto con un'altra sardina. Ovviamente la parte della livrea dovrà essere rivolta all'esterno. Passate le sardine nella farina, nell'uovo che avrete sbattuto in una ciotola ed infine nel pangrattato. Friggete in olio caldo per qualche minuto fino a che avranno raggiunto una bella doratura, dopodiché lasciate assorbire l'olio in eccesso, regolate di sale e servite calde.

Image Hosted by ImageShack.us

Con questo antipasto partecipo ad una nuova raccolta, Sfizi in tavola di Daniela.

domenica 2 novembre 2008

Nuovi arrivi tra i fornelli!

Ho il piacere di annunciarvi l'arrivo di due nuovi blog! Il primo è Ingrediente segreto: FANTASIA! di Nana, giovane studentessa universitaria friulana, molto legata alla sua terra ed alle sue tradizioni, appassionata del Giappone e di tutto ciò che lo rappresenta, dopo averci pensato un pò su ha finalmente aperto questo blog dove ci proporrà le sue belle ricette.
Il secondo è Esperimenti e Pasticci in Cucina di Sara, simpatica ragazza Toscana conosciuta nel forum di GialloZafferano, anche lei dopo qualche titubanza si è finalmente decisa a fare il grande passo ed aprire il suo blog.
Allora dai....andiamo a salutare queste due nuove amiche e diamo loro il nostro caloroso benvenuto!


sabato 1 novembre 2008

Crostata di carne "Unika"

Ho provato una ricetta di Annamaria, la crostata di carne. Una bellissima crostata, molto semplice e veloce da preparare ed il successo è assicurato! La foto è così così, quella di Annamaria è sicuramente migliore, ma che importa...è buonissima!


Ingredienti: 2 rotoli di pasta sfoglia, 500 g. carne macinata, 2 uova, 50 g.parmigiano, sale, pepe nero, cubetti di scamorza affumicata (quantità a piacere, io ho aggiunto anche del brie che mi avanzava).
Preparazione: impastate tutti gli ingredienti assieme alla carne macinata, stendete la pasta sfoglia in una teglia rettangolare, farcitela con l'impasto di carne. Utilizzate l'altra sfoglia per tagliare delle striscioline per fare la griglia. Infornate la crostata in forno già caldo a 200° per circa 30 minuti.
Buon appetito e grazie Annamaria.

domenica 26 ottobre 2008

Crema di zucca e carote



Ringrazio Manu che con la sua raccolta di ricette light, mi ha dato l'opportunità di riprendere questo piatto che adoro per la sua semplicità e la sua bontà. Un piatto composto da pochi e umili ingredienti, che ci fa ricordare le nostre radici ed assaporare il calore ed il piacere della cucina dei nostri nonni.
Ingredienti: 500 gr di zucca, 2 - 3 carote, 1 patata, olio e.v. d'oliva, cannella, 2 fette di pane, parmigiano, sale e pepe q.b.
Preparazione: tagliate a cubetti le fette di pane, abbrustoliteli su una padella con un filo d'olio evo e teneteli da parte. Pelate e tagliate a pezzi la zucca, le carote, la patata e metteteli in pentola a pressione con acqua leggermente salata. Accendete il fuoco e cuocete per circa 15 minuti dopo il primo inconfondibile "fischio"(FSSSSSSS!). Accertatevi che le verdure siano completamente cotte, se avete messo troppa acqua toglietene un pò e tenetela da parte da utilizzare nel caso la crema diventi troppo densa. Frullate tutto nella pentola con il minipimer, aggiungendo una macinata di pepe ed una generosa spolverata di cannella. Versate la crema in ciotole di terracotta, aggiungete un filo d'olio evo, una grattugiata di parmigiano e i crostini di pane. Buon appetito!

lunedì 20 ottobre 2008

Zuppa di cozze


Una ricetta di mare. Una zuppa semplice, veloce e dal costo contenuto, che richiede pochi ingredienti. Con questa ricetta partecipo alla raccolta di zuppe minestre di Cristina.


Ingredienti: 3 kg di cozze, 1 kg di pomodoro (va bene anche la passata, ma ne servirà meno), 4 acciughe, 3 spicchi d'aglio, un ciuffo di prezzemolo, vino bianco, origano, peperoncino q.b., pane abbrustolito, olio e.v. d'oliva, sale se occorre.
Preparazione: scottate i pomodori, passateli al passaverdura e tenete da parte la salsa (potete usare passata di pomodoro già pronta se preferite), lavate e pulite le cozze, cuocetele in un tegame con un filo d'olio e.v. d'oliva, l'aglio, una spruzzata di vino bianco, un trito di prezzemolo. Coprite con un coperchio e cuocete a fuoco alto. Sgusciate le cozze e filtrate il liquido di cottura. In una casseruola scaldate l'olio e.v. d'oliva con uno spicchio d'aglio ed un pò di peperoncino. Versate poco vino bianco, aggiungete le acciughe e fatele sciogliere lentamente a fuoco molto basso. Versate la salsa di pomodoro e lasciate cuocere a fuoco moderato per una decina di minuti, aggiungendo poco alla volta il liquido di cottura delle cozze. Aggiungete i molluschi precedentemente sgusciati, un pizzico d'origano e lasciate sobollire per alcuni minuti. Regolate di sale solo se necessario. Strofinate con uno spicchio d'aglio le fette di pane abbrustolito, ponetele su un piatto e versateci sopra la zuppa. Vi assicuro che non ve ne pentirete!

venerdì 17 ottobre 2008

Ombralonga a Treviso



Da questa sera inizia a Treviso L'Ombralonga. E' una manifestazione che ha avuto inizio nel 1990, i primi anni si svolgeva il sabato pomeriggio, poi considerata la sempre maggiore partecipazione, è stata spostata alla terza domenica di ottobre. La giornata finale si terrà domenica 19, si tratta di una vera e propria festa che coinvolge i partecipanti tra le osterie convenzionate di Treviso e che ha come fine, non solo bere gli ottimi vini della provincia di Treviso (esclusivamente d.o.c. ed in bottiglia), in particolar modo prosecco e raboso, ma anche assaporare i deliziosi piatti tradizionali della cucina trevigiana, che vengono distribuiti nelle piazze.
Insomma è una vera e propria festa da vivere in allegria e con intelligenza, dove si valorizzano gli aspetti caratteristici delle tradizioni venete.

martedì 14 ottobre 2008

Risotto ai funghi e salsiccia


Anche se la temperatura è ancora mite, ho voluto preparare questo piatto decisamente invernale. Preferisco cuocere i funghi a parte ed aggiungerli durante la cottura perché trovo che il risultato sia migliore. Lo stesso vale per la salsiccia, che faccio dorare leggermente all'inizio, così facendo mantiene una certa consistenza, evitando una "lessatura" durante la cottura, che ne pensate?

Ingredienti: 300g di riso, 2 salsicce, 1/2 bicchiere di vino bianco, 300g di funghi porcini e finferli (gialletti), 2 spicchi d'aglio, parmigiano, 1 mazzetto di prezzemolo tritato, 1 noce di burro, 1 e 1/2 lt di brodo vegetale, sale e pepe.
Preparazione: in una padella soffriggete l'aglio tritato ed il prezzemolo a fuoco moderato, aggiungete i finferli ed i porcini già lavati e tagliati a pezzetti, salate, pepate, sfumate con il vino bianco, solo se occorre aggiungete poca acqua, lasciate cuocere per circa 15 minuti e teneteli da parte.
Sbriciolate le salsicce e fatele dorare leggermente, toglietele e mettetele da parte lasciando sul fondo della pentola quel poco di grasso che avranno perso. Aggiungete il riso e mescolate bagnando di tanto in tanto con il brodo bollente. A metà cottura versate i funghi e le salsicce e mescolate sino a cottura ultimata. Regolate di sale e pepe e spegnete il fuoco. Mantecate con una noce di burro e parmigiano e servite.

giovedì 9 ottobre 2008

Antipasto di cozze alla giardiniera


Un antipasto veloce e diverso dal solito. Quando per la prima volta l'ho visto ero un pò scettico circa l'uso della maionese, ma dopo aver assaggiato la prima mi sono ricreduto. L'uso delle verdure sottaceto conferisce una nota davvero piacevole al palato.

Ingredienti
: 600 gr. di cozze, 1 vasetto di verdure miste affettate sottaceto, maionese o salsa allo yogurt, 1 spicchio d'aglio, una manciata di prezzemolo tritato, vino bianco secco, olio e.v. d'oliva, olive denocciolate.
Preparazione: Lavate e pulite le cozze. Cuocetele in un tegame con un filo d'olio e.v. d'oliva, l'aglio, una spruzzata di vino bianco, un trito di prezzemolo. Coprite con un coperchio e cuocete a fuoco alto. Aprite le cozze, togliete le valve senza mollusco e ponete quelle piene su un piatto. Farcitele con le verdure sottaceto, un pò di maionese o di salsa allo yogurt e mezza oliva. Buon appetito!

domenica 28 settembre 2008

Gnocchi di zucca alla caciotta verde

Voglio innanzitutto tranquillizzare chi si è preoccupato per la mia assenza nel blog, va tutto bene. Sono stato molto impegnato questa settimana e lo sarò anche per le prossime, troverò comunque il tempo per leggere i vostri commenti e continuerò a farvi visita, anche se con minor frequenza (ma ancora per poco!).

Tempo:
circa 30 min.
Difficoltà: facile.
Ingredienti:1 kg di zucca, 1 uovo, 150/200 gr. di farina, cannella, sale, burro, salvia, grana padano, una fetta di caciotta verde.
Preparazione: lavate, pulite e tagliate la zucca a fettine, cuocetela in forno a 160° per circa 30 minuti. Sarà cotta quando con una forchetta la romperete con facilità. Attendete che si raffreddi, mettetela in una terrina e schiacciatela con una forchetta. Aggiungete l'uovo, la farina, un pò di cannella, il sale e impastate il tutto delicatamente (non troppo a lungo altrimenti la zucca rilascerà acqua e sarete costretti ad aggiungere farina).
Dopo aver ottenuto un composto semi solido ma morbido, versate l'impasto in piccole porzioni con un cucchiaino su una pentola contenente acqua bollente salata. Quando affiorano in superficie attendete ancora qualche secondo e scolateli su di un piatto, cospargeteli di formaggio grana e burro fuso che avrete aromatizzato in un tegame con la salvia. Adagiate sopra una fettina sottile di caciotta verde, fatela fondere al microonde per pochi secondi e servite.

Con questa ricette, su invito di Annamaria, partecipo alla raccolta Ricette con la zucca organizzata da Luisa di ...Stegnat de polenta...

lunedì 22 settembre 2008

Rieccomi,...grazie a tutti!

Le ferie sono finite, ci volevano proprio! Ho passato due settimane di mare, sole e relax totale con la mia famiglia, anche se in realtà mio figlio in spiaggia si è letteralmente scatenato!
Grande è stata la sorpresa nel leggere i vostri saluti così numerosi e trovare una valanga di premi, che posterò a breve.
Grazie a tutti voi, nei prossimi giorni passerò a salutarvi e ringraziarvi personalmente.





Un abbraccio a tutti!




















sabato 6 settembre 2008

Ferie, ferie, ferie!


Finalmente anche per me sono arrivate le ferie! Dopo un'estate di lavoro, domani parto con la mia famiglia per le tanto agognate vacanze. Ci vediamo tra 2 settimane.

Giro di Premi

Un grazie sincero a alla dolce Silvana per avermi assegnato questo bellissimo premio.


Grazie Silvana. Avendolo già assegnato, vi rimando al post interessato. Qui.


____________________________________________________________________




Michela mi ha fatto dono di un premio che rappresenta un valore importante e prezioso, l'amicizia. Mi ha sorpreso e riempito di gioia e soddisfazione riceverlo. Grazie.

Il riconoscimento d'amicizia viene assegnato a profili e blog che si ritengono amici o perlomeno simpatici. Il suo scopo è di dimostrare a chi si dona la propria amicizia e simpatia...REGOLAMENTO:Al ricevimento del riconoscimento, citare il nome di chi vi ha ritenuto suo amica/o mostrando il nome del suo blog o profilo. Scegliere un minimo di 7 profili o blog che sono i tuoi amici o che ritieni siano meritevoli della tua simpatica attenzione. Mostra il loro nome e avvisali che hanno ricevuto il segno della tua"AMICIZIA"
Anche se vi considero tutti degli amici, assegno questo premio a: Rosatea, Annamaria, Pippi, Mirtilla, Nana, Sally, Manu, ed Ebalsemin.


____________________________________________________________________



Luca e Sabrina hanno pensato a me non una, ma bensì due volte in una volta sola, assegnandomi questi favolosi premi:
Questo premio lo giro agli amici del Faro.


____________________________________________________________________




Sempre Luca&Sabrina mi hanno assegnato il Premio Proximidade.
....."Non a tutti piacciono i blog, per la maggior parte i nostri obiettivi sono di mostrare le cose che creiamo e di fare amicizie nuove, ma ci sono persone alle quali non interessa affatto quando si dona loro un premio, non lo scrivono, ed in questo modo si contribuisce a spezzare questa catena... e noi vogliamo che si spezzi o che si propaghi??? Cerchiamo allora di prestare un pò di attenzione... dovremo nominare 8 bloggers che dovranno riportare questo stesso testo...."

Assegno questo premio a Daniela, Francesca, Nuvoletta, Cristina, Essenza di Vaniglia, Barbara, Fra e Marilena.

domenica 31 agosto 2008

Crostini ai calamari


Questi crostini sono davvero buoni, è un piatto veloce e molto gustoso che ci permette di assaporare i profumi ed i sapori del mare. Vi assicuro che ne rimarrete soddisfatti.
Ingredienti: pane a fette tipo pugliese, 5-6 calamari, una manciata di olive, prezzemolo tritato, 1 spicchio d'aglio, una noce di burro, 1/2 bicchiere di vino bianco secco, olio e.v. d'oliva, un pizzico di peperoncino, sale q.b..
Preparazione: pulite e lavate i calamari togliendo gli occhi ed il becco corneo e tagliateli a pezzetti. Soffriggete l'aglio ed il peperoncino in olio evo per un paio di minuti. Eliminate l'aglio, aggiungete i calamari e lasciateli insaporire. Sfumate con il vino bianco, aggiungete le olive, regolate di sale e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 20- 25 min. Circa 5 minuti prima del termine della cottura aggiungete la noce di burro ed il prezzemolo tritato. Disponete le fette di pane, che nel frattempo avrete tostato, in un piatto e ricopritele con i calamari. Irroratele con il loro sughetto e servite.

Arte Ponto Vida

Ho ricevuto con enorme piacere questo riconoscimento da Annamaria, Daniela e Mirtilla, che ringrazio sinceramente e alle quali mando un grande abbraccio.
Si tratta del premio di qualità' di Punto d'Arte della Vita,creato tempo addietro per onorare e riconoscere il lavoro svolto dai bloggers,i loro blog motivano la "terapia d'arte":
Ecco le regole:
1)Indicare da chi si è ricevuto.
2)Dire perché si è deciso di creare il blog.
3)Dire qual è la propria arte preferita.
4)Onorare altri 13 blogs amici.


Ho dato vita a questo blog quasi per gioco, poi pian piano è diventato uno spazio dove potermi esprimere in una delle mie grandi passioni, la cucina. Da quel momento mi si è aperto un mondo di cui ignoravo l'esistenza. Non pensavo di conoscere così tante persone, anche se solo virtualmente, ma non per questo non reali. Persone che condividono e si confrontano sulle loro passioni, che hanno voglia di comunicare tra loro e lo fanno in maniera assolutamente disinteressata, senza pretendere nulla in cambio. Se tutto il mondo funzionasse così, staremmo tutti un pò meglio.
Tutte le forme d'arte mi affascinano, ma su tutte la cucina, la musica e la pittura.
Mi pregio di riconoscere il premio ricevuto a questi bloggers:
Manu, Panettona, Astrofiammante, Giovanna, Nana, Calliope, Vane, Fra, Essenza di Vaniglia, Silvana, Nuvoletta, Caterina e, ultima ma non ultima, Grazia.

Desidero anche ringraziare Max per avermi inserito nel suo nuovo aggregatore di blog: 45 BLOG.
E' un aggregatore di blog a 360 gradi, davvero molto interessante.

Ciao a Tutti


lunedì 25 agosto 2008

Ancora premi!

Ringrazio Barbara per avermi assegnato l'Oscar. E' una nuova e simpatica amica che ha da poco aperto un bellissimo blog allegro e pieno di ricette deliziose. Il suo blog è: Arcicuoca.



Nino lo conosciamo tutti ed è quindi superfluo dire che bravo ragazzo sia, e quanto è interessante il suo blog! Bene,...mi ha fatto l'onore di premiarmi con questo gradito premio.


Avendo già assegnato questi premi, ho deciso di dedicarli a tutti coloro che passano in questo blog, per lasciare un commento, per una ricetta o semplicemente per curiosità.
Buona settimana a tutti!

domenica 17 agosto 2008

Pesce spada con pomodorini e olive


D'estate, con il caldo e l'afa, la voglia di accendere i fornelli non è molta. Cerco quindi ricette facili e dalla cottura molto veloce.

Ingredienti: 1 trancio di pesce spada, 6 pomodorini, olive q.b., qualche cappero, 1 spicchio d'aglio, origano, olio e.v. d'oliva, vino bianco secco, peperoncino, sale.
Preparazione: In una padella mettete tutti gli ingredienti a freddo: olio e.v. d'oliva, il trancio di spada, i pomodorini, le olive, qualche cappero, l'aglio, un pizzico di peperoncino ed una spolverizzata di origano.
Appena lo spada inizia a cuocere irrorate con una spruzzata di vino bianco e lasciate sfumare. Togliete l'aglio, girate il trancio, regolate di sale e continuate la cottura a fuoco medio per alcuni minuti. Decisamente semplice!

lunedì 11 agosto 2008

Premio Mika

Questo premio è davvero originale, mette di buon umore si riceverlo che assegnarlo. Un pò di buon umore è l'ideale per chi parte per le ferie e per chi invece ne ha già godutoed ha ripreso a lavorare. Ringrazio Ebalsemin per essersi ricordato di me. Vi invito a visitare il suo bellissimo ed interessante blog, Venezia e me.Assegno questo premio a quattro amici ed ai loro blog che mi diverte visitare (in realtà sono molti, molti di più):
Il Fogolar, I Pasticci di Memole, Io...così come sono..., Nino cucina Santeramo.
Inutile dire che vi avrei premiati tutti...

Buon inizio settimana.
Stefano

sabato 2 agosto 2008

Crostoni alle vongole




Avevo amici a cena e volevo preparare una bruschetta veloce e diversa dal solito, tanto per rompere la fame. Il risultato è stato davvero ottimo.

Ingredienti: 4 fette di pane tipo pugliese, 400gr di vongole, circa 2 bicchieri di salsa di pomodoro, 1 ciuffetti di prezzemolo, qualche cucchiaio di olio e.v. d'oliva, peperoncino in polvere, sale.
Preparazione: mettete le vongole in una padella, copritele con un coperchio e cuocete a fuoco alto fino a quando si apriranno. Dividete i molluschi dalle valve, filtrate il brodo che rilasciano e versatene un pò in un tegame. Aggiungete le vongole, la salsa di pomodoro, il prezzemolo tritato, un pizzico di peperoncino, l'olio evo e regolate di sale. Lasciate sobbollire a fuoco basso per 10 - 15 minuti. Fate abbrustolire le fette di pane, disponetele su un piatto, conditele con la salsa alle vongole e servite.
Si è verificato un errore nel gadget

I miei premi - My awards

 

blogger templates