Al mio caro papà...

venerdì 1 maggio 2009

Cipolle in agrodolce


Venezia è stata per lungo tempo la porta di comunicazione con l'oriente. Inevitabilmente anche la cucina ne ha risentito l'influsso. In diverse ricette potremo trovare l'uso di spezie, come ad esempio la cannella, o altri ingredienti come uvetta, pinoli e aceto. E' il caso delle classicissime "sarde in saor" o delle cipolle in agrodolce, dette anche in "dolsegarbo", che ora vi vado a descrivere.
Ingrdienti: 500 gr di cipolle novelle, una manciata di uvetta, 1 noce di burro, 1-2 cucchiai di pinoli, tre cucchiai di aceto bianco, olio e.v. d'oliva, sale e pepe.
Preparazione: lavate e pulite le cipolle, versate dell'olio evo in una padella e fatelo riscaldare con il burro, l'uvetta e i pinoli per un paio di minuti. Versate l'aceto e lasciate insaporire, aggiungete le cipolle, un pò d'acqua calda e regolate di sale e pepe. Coprite e lasciate cuocere a fuoco moderato, aggiungendo dell'altra acqua calda se necessario, fino a quando diventano tenere. Il sugo deve restringersi, fino a diventare leggermente denso.
Servite come antipasto o come contorno.

36 commenti:

  1. che bella questa ricetta, avevo sempre sentito parlare delle cipolle in agrodolce,ma non conoscevo la ricetta, le preparerò per il pranzo di oggi, ti auguro una buona giornata

    RispondiElimina
  2. Sono buonissime, le mangio da tempo immemore, le farò molto presto.
    Un abbraccione
    Mandi

    RispondiElimina
  3. ecco...questa l'ho già segnata...
    la faceva la mia mamma e da tanto non le mangio...grazie Stefano..Buon fine settimana!!

    RispondiElimina
  4. Buongiorno caro Stefano oggi mo sono ricordato che esiste sempre questo bellissimo blog ed eccomi, voglio prima ringraziarti della tua visita ne mio blog, e farti i complimenti di queste ricette che veramente stuzzicano l'appetito, le cipolle in agro dolce sono la mia passione ne mangio delle grandi piatti.
    Prima di andarmene voglio dirti buon primo maggio tu ti lo meriti perché lo so che sei un gran lavoratore.
    Unaffettuoso saluto, Tomaso

    RispondiElimina
  5. non le ho mai preparate, però mi piacciono molto.croccanti e dolciatre...

    RispondiElimina
  6. A me piacciono molto, dovrò provarle con uvetta e pinoli adesso!

    RispondiElimina
  7. Le cipolle sono la mia grande passione ed essendo Veneta da parte di tutti e due i genitori amo particolarmente il saor.
    Solema

    RispondiElimina
  8. stef ma che buoni e che bella presentazione

    RispondiElimina
  9. Buon 1° maggio , buoni le cipolline immagino la dolcezza che hanno in sapore!

    RispondiElimina
  10. Ciao! che bontà questa ricetta! noi ci mettiamo solo le uvette, ma la prossima volta proveremo anceh con i pinoli!
    Per l'aceto invece usiamo quello balsamico, ha un gusto più deciso e da un sapore più agrodolce!
    baci baci

    RispondiElimina
  11. queste cipolle cote cosi mi picciono molto, poi l'aggiunta di uva sultanina e pinoli solo a venezia potevano farlo

    RispondiElimina
  12. adoro le cipolline anche se con l'uvetta non le ho mai provate...ma mi sa che proverò la tua ricetta.Ciao e buon weekend katia

    RispondiElimina
  13. Stefano, proprio oggi, con mio marito,parlavamo di preparare un piatto con le cipolle, magari al forno. Ti dispiace se mi copio la ricetta? le voglio provare in settimana. grazie. broccola Francesca

    RispondiElimina
  14. io adoro queste cipolline, sono buonissime, me ne farei una scorpacciata!!!
    peccato che non è sempre facile trovare le cipolline però! :(
    complimenti!

    RispondiElimina
  15. Stefano unas cebolletas deliciosas, my en cuanto encuentre chalotas te prometo que las voy a preparar.
    Un beso y que pases un buen fin de semana

    RispondiElimina
  16. Ma che buone, la foto da sola fa venire l'acquolina in bocca..fguriamoci gustarle!
    Bravo il mio chef dolce dalla ricetta agrodolce.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  17. con questa ricetta m'inviti a nozze ,ne sono golosissima buona domenica ,se il mio pc finisce di dare i numeri penso postare una ricetta che io trovo buona ed intrigante già dal titolo!

    RispondiElimina
  18. stefano...buonissime queste cipolline...buona domenica
    Annamaria

    RispondiElimina
  19. Che squisitezza queste cipolline! Buona Domenica =)

    RispondiElimina
  20. Quasi finito il riposo ... buon pomeriggio
    :-)))
    Mandi

    RispondiElimina
  21. stefano sono divine!!!bravissimo !!!buona domenica un baciotto

    RispondiElimina
  22. Anche a me piacciono molto le cipolle agrodolci, io le abbino ai bolliti o alle carni arrosto. Buona settimana Giovanna

    RispondiElimina
  23. Buonissime!!!! io di dolito le faccio solo con aceto e zucchero ma l'aggiunta di pinoli e uvetta mi sembra davvero azzeccata
    Un abbraccio
    fra

    RispondiElimina
  24. Adoro le cipolle pertanto proverò sicuramente questa tua deliziosa ricetta. Buon inizio di settimana Laura

    RispondiElimina
  25. (^_^)ciao Stefano ,queste cipolline sono proprio una schiccheria (-_^) bravissimo un abbraccio e buona settimana baci ♥

    RispondiElimina
  26. Ciao carissimo, passa dal mio blog a ritirare un premio.
    Bacioni
    Mandi

    RispondiElimina
  27. Queste cipolline sono meravigliose!
    Ciao Stefano un abbraccio

    RispondiElimina
  28. Per noi questa ricetta è nuovissima e ci ha colpiti subito, questo abbinamento di cipolla e uvetta sultanina e pinoli lo troviamo azzeccatissimo. Lo dobbiamo provare!
    Un abbraccio da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  29. Buongiorno chef agrodolce ^_^ ma solo per il gusto bello che l'agrodolce dà al palato che tu di agro non hai nulla ^_^
    Un caro abbraccio.

    RispondiElimina
  30. Caro Stefano, sai che questo piatto è fra quelli miei preferiti?
    Quando andavo a scuola, e tornavo a casa dopo le 14, mia mamma me le faceva trovare spesso per farmi dimenticare i ritardi del treno e i votacci che certo non mi mancavano (specie in matematica...hihihi.....)
    Le adoro tutt'ora e da quando sono sposata purtroppo non le ho ancora fatte, ma alla prima occasione di tempo, mi cimento in questo piatto eccezionalmente buono!!
    Un caro abbraccio, Debora.

    RispondiElimina
  31. Ciao Stefano, sono passata per un saluto! Giovanna

    RispondiElimina
  32. anche tu con dolsegarbo....;-)) bella ricettina...le cipolle cucinate così le riesco mangiare anch'io, ciao poliglotta ^____^

    RispondiElimina
  33. Stefano mi hai fatto venire voglia di cipolline in agrodolce,sono buonissime,la variante con pinoli ed uvetta non la conoscevo ,la proverò

    RispondiElimina
  34. Era da un po' che non passavo... cribbiolina... questa ricetta la copio, spero tu non ti offenda ma mi è venuta una voglia...
    Un bacione GRAZIE

    RispondiElimina

Grazie della visita e del commento, risponderò nel tuo blog.
I commenti anonimi saranno rimossi.

Si è verificato un errore nel gadget

I miei premi - My awards

 

blogger templates