Al mio caro papà...

venerdì 24 aprile 2009

Risi e bisi


Il 25 aprile a Venezia si festeggia la "Festa del Bocolo", una festa antica che è diventata una tradizione molto amata dai veneziani. Per capire il significato di questa festa a Venezia, vi rimando a questo post che pubblicai un anno fa. In questo giorno è tradizione a Venezia preparare i venetissimi risi e bisi, ovvero minestra di risi e piselli, piatto che all'epoca della Repubblica di Venezia veniva offerto al Doge proprio in questa occasione. Per un brodo più saporito consiglio di utilizzare, oltre alle classiche verdure, anche i baccelli dei piselli (ovviamente non trattati). Il piatto deve risultare brodoso.
Ingredienti: 500 gr di piselli freschi, 350 gr di riso, 1 scalogno, 1 fetta di pancetta affumicata, prezzemolo tritato, brodo vegetale, olio e.v. d'oliva, poco burro, parmigiano grattugiato, sale e pepe.
Preparazione: soffriggete lo scalogno ed il prezzemolo tritati in olio evo e poco burro, con la pancetta tagliata a cubetti, aggiungete i piselli, fateli rosolare leggermente, aggiungete 3 mestoli d'acqua e lasciate cuocere per 10-15 minuti. Quando il brodo bolle versate il riso, portate a cottura mescolando di tanto in tanto ed aggiungendo se necessario altro brodo caldo. Spegnete il fuoco, versate abbondante parmigiano, regolate di sale e pepe...e buon appetito!

30 commenti:

  1. Eh si buonissimo risi e bisi, lo faccio anch'io da buona padovana!ciao!

    RispondiElimina
  2. Nonna di S. Urbano e il nonno di Lendinara ...
    Nonna faceva spesso risi e bisi come lo fai tu.
    Loro avevano l'orto e quando era stagione di bisi, si andava a risi a gogò.
    Grazie per avermi ricordato questa carissima ricetta, la metto in nota.
    La festa del bocolo me la ricordavo bene, l'anno scorso lessi il tuo post tutto d'un fiato.
    Buon we
    Mandi mandi

    RispondiElimina
  3. Buona questa minestra!!!
    La farò proprio così perché DOC.
    Il bocolo? non sapevo proprio di questa usanza.
    grazie

    RispondiElimina
  4. buooona questo piatto!!!complimenti alle tradizioni.buona serata.

    RispondiElimina
  5. Risi e bisi che buona questa minestra!

    RispondiElimina
  6. Grandissimo Stefano!...per le tue ricette, le tue parole e la cultura,le tradizioni, la storia pubblica e privata alla quale sempre rimandano.
    Nel mio orto i piselli stanno crescendo, i baccelli sono ancora un po' magrolini, presto finiranno in pentola e anch'io preparerò il mio piatto di risi e bisi....con un po' di nostalgia!

    RispondiElimina
  7. Stefano, buona ricetta, i piatti tradizionali sono le migliori.
    Fino a quando un altro tempo.

    RispondiElimina
  8. Grazie per la ricetta e per le informazioni dettagliate che ci hai fornito...
    E' bello sapere da dove nasce un piatto....
    baci

    RispondiElimina
  9. passo qui da te sempre per imarare nuove cose di questa terra che mi sta ospitando, ma stavolta...lo sapevo fare già.MA ho letto bene come fai tu e apportero' modifica alla mia ricetta

    RispondiElimina
  10. Un abbraccio forte forte, ciao.

    RispondiElimina
  11. Buonissimo! A me piacciono tutte le preaparazioni con i piselli freschi, hanno un sapore unico, delicato, e inconfondibile! Buona domenica. Giovanna

    RispondiElimina
  12. Buono, io lo faccio spesso ma ne ignoravo l'origine.
    Grazie per avermi fornito qualche notizia in più :)

    RispondiElimina
  13. Anche i baccelli???
    Mi sa che questo è un segreto da chef ^_^
    Conoscevo il piatto ma non ho mai usato lo scalogno ma la cipolletta...proverò così.
    In questo periodo compro i piselli fresi, sbuccio e congelo, sono buonissimi, così me li trovo tutto l'anno.
    Ho letto il post del Bocolo..davvero interessante, sacro, politico, culinario, bello sapere le origini delle cose.
    Visto che io l'anno scorso di questi tempi..tra i blog manco esistevo e manco i conoscevo...che ne dici se me la prendo quest'anno la rosa???
    E' intatta perfetta, ben curata, in un ambiente sano e di bene..qui da te.
    Un abbraccio Stefano e grazie mio chef^_^

    RispondiElimina
  14. volevo dire freschi..non fresi..a volte il mio pc mi ruba le lettere :(

    RispondiElimina
  15. Mai mangiato Risi e Bisi, ma sono sicura che sia una bontà, e vista la facilità di esecuzione si può benissimo provare..

    ciao Morena

    RispondiElimina
  16. Conosciamo la Festa del Bocolo, ma abbiamo scoperto solo recentemente come si festeggia in centro a Venezia: il prossimo anno vedremo di non mancare!
    Buonissimo questo piatto di riso...un classico sempre gradito!
    baci baci

    RispondiElimina
  17. buonissimi!!!
    li preparo spessissimo ;)

    RispondiElimina
  18. Mi sono sempre interessate le ricette regionali e sono contenta che tu ne proponga di così buone.
    Buona settimana.

    RispondiElimina
  19. Buonissimo...anche io lo faccio in primavera con i pisellini novelli però non ci metto la pancetta. Buona settimana e un abbraccio Roberta

    RispondiElimina
  20. se passi da me c'è un piccolo premio per te.ciao katia

    RispondiElimina
  21. buon bocolo, spero tu l'abbia regalato a tua moglie....e la ricetta è altrettanto invitante... con i bacelli mai provato...

    RispondiElimina
  22. ma sai che non ho mai mangiato il riso con i piselli? bisogna provvedere...un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  23. io amo risi e bisiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!! ^_^

    RispondiElimina
  24. ma che buoni!!
    quà in Piemonte, specialmente nel vercellese, come già ben saprai si cucina moltissimo il riso in tantissime varianti, forse in maniera più "grassa", ovvero utilizzando più la carne, il brodo ed i formaggi rispetto alle verdure

    RispondiElimina
  25. Ciao miticooooooo!!1Io amo risi e bisi me ne dai un bel piattino?? Ammetto che non sapevo ci andasse anche la pamcetta, ma sara' ancora piu' buono!! ciao ciao a prestissimo sally

    RispondiElimina
  26. ottimo non manco mai di mangiarlo quando capito a Venezie nelle osterie nascoste dove sono al 90% veneti ciao

    RispondiElimina
  27. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina

Grazie della visita e del commento, risponderò nel tuo blog.
I commenti anonimi saranno rimossi.

Si è verificato un errore nel gadget

I miei premi - My awards

 

blogger templates