Al mio caro papà...

venerdì 16 aprile 2010

Branzino al sale

Questo tipo di cottura è più semplice di quanto si possa immaginare, inoltre è estremamente salutare perchè non richiede l'aggiunta di condimenti. La polpa risulterà cotta in modo uniforme, morbida, profumata e molto saporita.



Ingredienti per 4 persone: 4 branzini da porzione, 3 kg di sale, rosmarino, vino bianco secco, olio e.v. di oliva, pepe.

Preparazione: Eviscerate e lavate i branzini esternamente ed internamente, asciugateli e inserite nel ventre un rametto di rosmarino. versate il sale sul fondo della teglia formando uno strato di circa 2 cm. Appoggiatevi i pesci distanziati tra loro e ricopriteli di sale con uno strato uguale al precedente. Spruzzate qualche goccia di vino bianco secco. Infornate a 220 gradi per circa 30 minuti. Estraete la teglia dal forno e con un cucchiaio spaccate la crosta di sale formatasi, disponete il pesce in filetti sul piatto di portata, una macinata di pepe, un filo di olio e.v. d'oliva e servite

19 commenti:

  1. Questa volta gli usi...costumi..e abitudini gastronomiche coincidono!
    Veneto-Liguria 1 a 1!!!

    Baci .............Fabiana

    RispondiElimina
  2. La mia difficoltà arriva quando devo spaccare la crosta... a volte il sale rimane con il filetto... però io ne uso molto di piu'... provo a ridurre la dose del sale. Magari la crosta rimane piu' compatta.
    grazie
    ciao

    RispondiElimina
  3. Che buooono!!..lo faccio ogni volta che mi è possibile!!è facile e riesce sempre!!

    RispondiElimina
  4. Io aggiungo al sale più erbe aromatiche tritate, non solo il rosmarino, così il pesce assume anche dei profumi indefiniti molto piacevoli per il palato!

    RispondiElimina
  5. complimenti è squsisito !

    RispondiElimina
  6. Troviamo ottima la cottura al sale, sia per il pesce che per la carne. Non abbiamo mai cucinato il branzino in questo modo, ma recentemente abbiamo cotto un dentice. La spruzzata di vino è una bella novità, suggerimento colto!
    Baci e buon fine settimana da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  7. Ma tu usi sale grosso!!! il pesce con questo tipo di preparazione sarà un burro, si scioglierà in bocca. Ciao e buon week end.

    RispondiElimina
  8. Ottimo questo branzino, io non ho mai provato a cucinarlo al sale, grazie per la ricetta.
    Buon fine settimana Daniela.

    RispondiElimina
  9. Stefano che bravo! Adoro il branziono al sale!
    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  10. Ciao,HO tentato di cucinarlo anni fa,risultati più o meno decenti. L'avevo cosparso solo di sale,certo che se avessi avuto la tua ricetta avrei penato meno e sarebbe venuto meglio:)

    RispondiElimina
  11. Far mangiare il pesce ai miei figli è un'impresa ogni volta!!
    Ma devo provarlo ^_^
    Un abbraccio cheffoso

    RispondiElimina
  12. Che meraviglia...una domanda, ma il vino serve per un fatto organolettico o, diciamo, tecnico, legato che so, alla crosta di sale?

    RispondiElimina
  13. Ciao mitico come stai? Io stanchina ma si va avanti. Che bel piatto che hai fatto, io non l'ho mai preparato ma ho avuto il piacere di mangiarlo. La mai sorellina me l'ha preparato un po' di tempo fa, davvero buono.Ciao ciao Ste, a presto.;-)

    RispondiElimina
  14. si è decisamnte il metodo migliore e più sano di cuocere il pesce, io dopo ils ale mette un albume montato ma anche il vino mi sembra un buona idea

    RispondiElimina
  15. Saluti

    Non so cucinare, ma a volte faccio qualcosa ;)

    Grazie per leggere il mio blog :D

    Salut, Myrtus

    RispondiElimina
  16. ciao Stefano, come stai? E' un po' che non giro per i blog-amici per mancanza di tempo. Un abbraccio:-)

    RispondiElimina
  17. Sempre ottime le cotture al sale.
    Un abbraccione
    Mandi

    RispondiElimina

Grazie della visita e del commento, risponderò nel tuo blog.
I commenti anonimi saranno rimossi.

Si è verificato un errore nel gadget

I miei premi - My awards

 

blogger templates