Al mio caro papà...

giovedì 23 dicembre 2010

Buon Natale

Mestolo&Paiolo augura Buon Natale e Felice Anno Nuovo a tutti i suoi amici, ai suoi lettori, agli amici della newsletter ed a quanti vengono qui solo per curiosità o in cerca di un'idea. 
Auguri!

 Lorenzo Lotto "Natività" 1523

mercoledì 24 novembre 2010

Sbrise trifolate (Sbrise in tecia)

 Il loro nome è Pleurotu ostreanus, in Veneto conosciute con il nome di "sbrise". Fungo per lo più coltivato, facile da reperire, si presta ad essere consumato cotto ai ferri, fritto, o come in questo caso trifolato. La preparazione è estremamente semplice e veloce, ideale come accompagnamento di carni ai ferri o arrosti.
Se ne avanza possiamo preparare un ottimo risotto.


Ingredienti: 600-800 gr di sbrise, 2 spicchi d'aglio, un mazzetto di prezzemolo, olio e.v. d'oliva, una piccola noce di burro, sale e pepe quanto basta.
Preparazione: Lavate le sbrise, tagliatele a pezzetti e fatele cuocere con l'olio, il burro ed trito di prezzemolo e aglio. Regolate di sale e pepe e portate a cottura per circa 15 minuti,aggiungendo poca acqua calda se necessario, fino a quando saranno diventate tenere e saporite. Ottime servite con salumi e formaggio fuso.

domenica 14 novembre 2010

Prepariamo il burro

Una delle cose che mi diverto a preparare in casa è il burro. Acquisto latte vaccino crudo, dopo averlo fatto bollire e raffreddare, ne raccolgo la panna. Quando raggiungo un quantitativo sufficiente, all'incirca una tazza, procedo alla preparazione del burro. Il risultato è un burro delizioso, delicato e cremoso.


Ingredienti: panna fresca, acqua fresca .
Preparazione: versate la panna in un barattolo di vetro, con l'acqua fresca (1 - 2 bicchieri), chiudete ermeticamente ed iniziate ad agitare a mano il barattolo in maniera costante, dopo circa 5 - 10 minuti, il burro comincerà a montare, continuate ad agitare il vaso, aggiungendo ancora poca acqua fredda. Dopo ulteriori 5 minuti noterete che la parte grassa si sarà separata dall'acqua. A questo punto il burro si presenterà in grossi fiocchi, versatelo  in una terrina d'acqua fredda qualche minuto per farlo rapprendere, risciacquatelo con acqua fresca corrente. Toglietelo dall'acqua e lavoratelo con un cucchiaio per dargli la forma. Conservatelo in frigo avvolto con della pellicola.

mercoledì 10 novembre 2010

Alluvione in Veneto


C'è poco da dire di fronte a simili tragedie, in pochi minuti l'acqua ed il fango hanno portato via anni di lavoro, certezze di una vita e la speranza per il futuro. Però non sono riuscite a portar via la dignità a queste popolazioni, che hanno faticosamente trovato la forza di rialzarsi, cercando di salvare il salvabile e rimediare per quanto possibile ai danni subiti. Moltissimi veneti più fortunati, in quanto risparmiati dal disastro dell'alluvione, si sono subito resi disponibili  e stanno aiutando gli abitanti dei comuni in maggiore difficoltà. Le immagini televisive non riescono a rendere pienamente l'idea di quale tragedia stiano vivendo quelle persone. Nemmeno i media nazionali ne avevano compreso subito la gravità.
La Regione Veneto ha istituito un conto corrente di solidarietà per le popolazioni alluvionate presso Unicredit Banca Spa. Chiunque lo desideri, può contribuire con un versamento con le seguenti coordinate:

Intestazione: “Regione Veneto – Emergenza Alluvione novembre 2010” – 
IBAN: IT 62 D 02008 02017 000101116078 



martedì 9 novembre 2010

Venezia incontra l'Europa

Il Relais Monaco in collaborazione con Papageno, rivista enogastronomica dell’Alpe Adria, ti invita
all’ultima delle cinque magiche serate di respiro europeo nella raffinata atmosfera del Ristorante “La Vigna”.
 VENERDÌ 12 NOVEMBRE
RISTORANTE LA VIGNA DEL RELAIS MONACO
VINI E SAPORI DI SLOVENIA

Cena con menu a cura di: Mimmo Salerno chef Ristorante La Vigna, Tomaž Kavcic chef Ristorante Gostilna Pri Lojzetu (Zemono).Ore 19.00 Aperitivo di benvenuto: Ikebana Culinaria (finger food di formaggio del Monte Nanos, roast-beef riempito con verdure, carpaccio di selvaggina gratinato con pomodori), panino sulla corda (piccoli bocconcini di pane farciti).
Ore 19.30 Bache bene venies, Otto secoli di vino e musica eseguti da “La Tavola Armonica”
Ore 20.30 Cena, menu della serata: Pane caldo e cren della tradizione, Idea di “Lubianska” (tartare di “pohorje beef” con briciole di pane speziato, servita con una crema di formaggio con prosciutto essiccato, e patate macerate nel peperoncino), tre amici: patate, uova e tartufo (purè di patate, zuppa di tartufo bianco, riso nero selvatico, uova di quaglia e tartufo bianco), raviolo di maialino da latte su tortino di cappuccio e pancetta. Il cortile del Montello (petto d’anatra al miele di castagne e tartufo nero con zucca e polenta croccante). Minestrone (macedonia, con 5 qualità di verdure e 7 di frutta, servita con gelato alla vaniglia e olio di zucca).
Caffè, piccola pasticceria Loison.
Il menu è accompagnato da una selezione delle più pregiate etichette di vini Sloveni. La disponibilità dei posti è limitata. Richiesta prenotazione. Il costo è di 60,00 Euro, selezione dei vini inclusi. Relais Monaco - Via Postumia 63, Ponzano Veneto (Treviso) Tel. +39 0422 9641 mailbox@relaismonaco.it

domenica 7 novembre 2010

Trippa in rosso

Da sempre presente in Veneto, a volte trattata con ingiusto scetticismo, la trippa in rosso è un piatto delizioso e confortante durante la stagione invernale.Per questioni di praticità consiglio di usare trippa precotta.



Ingredienti: 1kg di trippa di manzo, 1 costa di sedano, 1 cipolla, 1 carota, 1 foglia di alloro, olio e.v. d'oliva,  4 cucchiai di conserva di pomodoro, formaggio grattugiato (grana, montasio stravecchio, parmigiano) sale e pepe q.b.

Preparazione: lavate e tagliate a striscioline la trippa, tritate le verdure e preparate un profumato soffritto. Fateci rosolare la trippa con la foglia d'alloro, sfumate con vino bianco secco, aggiungete il pomodoro, regolate di sale e pepe, coprite e portate a cottura sino a quando diventerà tenera, aggiungendo se necessario un mestolo di brodo, servite con formaggio grattugiato. Volendo si può aggiungere durante la cottura un rametto di aulente rosmarino.

domenica 24 ottobre 2010

Spiedini d'autunno


Ho utilizzato i carciofi alla griglia Ortocori, per preparare questi spiedini veloci, gustosi e in tema con la stagione.
Ingredienti: salsiccia, wurstel, una fetta di zucca, carciofi alla brace Ortocori, sale q.b., olio e.v. d'oliva.
Preparazione: tagliate a fette sottili la zucca e cuocetela su una griglia fino a quando diventa tenera, conditela con un un filo di olio e.v. d'oliva.  Sulla griglia cuocete anche le salsicce ed i wurstel, quando saranno cotti, tagliateli a pezzi grossi. Sgocciolate e tagliate in 3-4 parti i carciofi  e componete lo spiedino alternando gli ingredienti. Servite caldi.

mercoledì 20 ottobre 2010

Cena di Note

Ultimo appuntamento per Cena di Note! "La follia in cucina" ti aspetta giovedì 21 ottobre e a Castel Pergine (TN).

GIOVEDÌ 21 OTTOBRE 2010
CASTEL PERGINE, Via al Castello 10 - Pergine Valsugana (TN)

FOLLIA IN CUCINA
Cena con meù a cura di:
Paolo Betti Chef Castel Pergine
Paolo Brunel Chef stellato Trentino

Ore 19.00
Aperitivo di Benvenuto
Stuzzichini Finger Food
Arlecchino (Nosiola in purezza metodo Martinotti) di Roberto Zeni

Ore 19.30 Musiche R. Schumann, Igor Cognolato al Pianoforte

Ore 20.30
Cena
Menù della serarata:

Zuppa Arlecchino
Arlecchino (Nosiola in purezza metodo Martinotti) di Roberto Zeni

Il bollito
Massezza Belle (Peverella e Nosiola, metodo Martinotti) di Francesco Poli

Salmerino in brodo di sottobosco
Durello dei Lessini Millesimato di Giovanni Menti

Rufioi di vitello con schiacciata di fagioli Lamon
Pavana Belle (Pavana della Valsugana Metodo Classico)

Zucca e Castagne
Fior d'arancio Spumante

Caffè
Selezione di piccola pasticceria Loison
I piatti sono abbinati ad una sequenza di bollicine selezionate da Giampaolo Girardi di Proposta Vini.

La disponibilità è limitata. Richiesta Prenotazione.
Il costo è di 60 Euro, selezione dei vini inclusi.
Per prenotazioni:
Castel Pergine
Tel +39 0461 531168 - +39 335 6065152

Via al castello 10 - Pergine Valsugana (TN)

venerdì 8 ottobre 2010

Filetto di manzo con crema di carciofi


Ho avuto l'opportunità di partecipare ad una iniziativa di Ortocori e poter assaggiare una selezione di loro prodotti. Ortocori è un'azienda della provincia di Latina, produttrice di sottoli e sottaceti , con lavorazione dal prodotto fresco. Chi mi conosce sa quanto io tenga alla qualità ed alla genuinità dei prodotti alimentari. Da subito mi sono reso conto che la qualità è superiore alla media dei prodotti conservieri che si trovano comunemente in commercio. Ho effettivamente avuto conferma di questa impressione al primo assaggio. Come prima ricetta ho voluto accompagnare a dei prelibati filetti di manzo, la crema di carciofi Ortocori; è stato un successo tale che dovuto immediatamente replicare.


Ingredienti: 4 filetti di manzo, 1 vasetto di crema di carciofi Ortocori, 1-2 cucchiai di panna fresca (o poco latte intero fresco), glassa di aceto balsamico, olio e.v. d'oliva, un rametto di rosmarino ed erba cipollina per guarnire.
Preparazione: cuocete i filetti alla griglia due, tre minuti per parte, in modo da lasciare la carne rosa all'interno. Nel frattempo stemperate la crema di carciofi con la panna fresca, o il latte se preferite, a fuoco basso. Versate un cucchiaio di salsa sul fondo del piatto, adagiatevi sopra il filetto appena tolto dalla griglia, regolate di sale, pepe e un filo d'olio. Versate qualche goccia di glassa di aceto balsamico, guarnite con il rosmarino e l'erba cipollina e servite.

mercoledì 6 ottobre 2010

Cenadi Note

Un nuovo appuntamento organizzato da Papageno, riporto quanto descritto nel sito:
" Lasciate le fantasie veneziane di Villa Valmarana ai Nani (Vicenza) interpretate dal Quartetto dell'Orchestra Accademia di San Giorgio abbinate alle creazioni culinarie di Corrado Fasolato e Manolo Rigoni, "Cena di note" resta in terra vicentina e venerdì 8 ottobre dà appuntamento ai gourmand a Villa Ca' Sette di Bassano del Grappa, una dimora del 1700 adibita a ristorante dal design elegante e  contemporaneo, per assaporare sapori e suoni dell'America Latina. La rassegna culturale e gastronomica edizione 2010 è firmata dal Corriere del Veneto e realizzata dalla rivista enogastronomica Papageno, con il supporto del network televisivo 7 Gold e delle emittenti Radio Padova ed Easy Network, nonchè con il fondamentale contributo della banca privata austriaca Schoellerbank.
Il protagonista musicale di Bassano sarà il chitarrista trevigiano Massimo Scattolin, uno dei più noti della scena italiana e internazionale, allievo del maestro Alirio Diaz  che ne lodò la squisita arte chitarristica. Collaboratore di grandi attori come Riccarco Cucciola, Ugo Pagliai e Paola Gassman, Massimo Scattolin è stato anche il primo chitarrista italiano titolare di Master al prestigioso "Mozarteum" di Salisburgo. A Villa Ca' Sette  proporrà musiche sudamericane firmate da Villa-Lobos e Roland Dyens e composte dallo stesso chitarrista (tra cui il tango "Trasparenze").
Poi tutti a tavola per gustare il menu ispirato ai sapori dell'America Latina, curato da Alex Lorenzon, chef di Villa Ca' Sette ( classe 1973, formatosi allo stellatissimo "le Calandre" dei fratelli Alajmo) e Alessandro Breda del Gellius di Oderzo (di cui è anche titolare insieme ad Adriano Funes), da anni al vertice delle guide gastronomiche.

VENERDÌ 8 OTTOBRE 2010
Villa Cà Sette, Via Cunizza da Romano 4 - Bassano del Grappa (Vi)
COLORI E SAPORI
DELL'AMERICA LATINA

Cena con meù a cura di:
Alex Lorenzon Chef ristorante Cà Sette, Bassano del Grappa (Vicenza)
Alessandro Breda Chef ristorante Gellius, Oderzo (Treviso)
Ore 19.00 Aperitivo di Benvenuto
Cocktail di gamberi, avocado e carambola, scampi fritti con verdure, polpettine di patate,gamberi e lime
Prosecco D.O.C.G. Brut Superiore
Prosecco D.O.C.G. Extra Dry Superiore Spumante
Ore 19.30 Musiche Sudamericane, Massimo Scattolin alla chitarra
Ore 20.30 Cena
 
Menù della serata:

Crocchette di granchio e mais con peperone e zenzero
Prosecco D.O.C.G. Brut Superiore
Bacalhau al fumo con patate
Prosecco D.O.C.G. Extra Dry Superiore Spumante
Cevinche con moka di pomodoro e coriandolo
Passata di fagioli nericon gamberi al vapore, avocado e pomodoro
Prosecco D.O.C.Tranquillo
Pesce in gabbia dorata con pomodoro piccante e baccado fritti
Cuvee Rosè Brut Spumante
Crema bruciata al mango e frutto della passione
Cartizze D.O.C. Superiore
Crema al caffè e mash mallows alla liquirizia
Refrontolo passito D.O.C.
Caffè
Selezione di piccola pasticceria Loison
Selezione pregiate etichette dell'Azienda Varaschin.

La disponibilità è limitata. Richiesta Prenotazione.
Il costo è di 60 Euro, selezione dei vini inclusi.
Per prenotazioni:
Hotel Ristorante Cà Sette
Tel +39 0424 383350 begin_of_the_skype_highlighting              +39 0424 383350      end_of_the_skype_highlighting - info@ca-sette.it
Via Cunizza da Romano 4 - Bassano del Grappa (Vi)

sabato 2 ottobre 2010

Guazzetto di pesce

Una preparazione di pesce che ci viene tramandata dalle cucine delle famiglie di pescatori, dove con pochi semplici ingredienti preparavano deliziose, profumate e nutrienti ricette.


Ingredienti: qualche seppia, calamari e polpetti a piacere, tranci di polpa di pesce tipo spada, gattuccio di mare, coda di rospo ecc, scampi, canocchie, gamberoni, 1 kg di vongole e cozze, due tre cucchiai di salsa di pomodoro, un paio di spicchi d'aglio, un mazzetto di prezzemolo, peperoncino q.b., sale e olio e.v.o.
Preparazione: lavate e pulite le cozze e le vongole e fatele aprire sul fuoco con uno spicchio d'aglio, un filo d'olio evo, una spruzzata di vino bianco secco, sale e pepe. Filtrate il liquido di cottura e sgusciate i mitili tenendo qualche cozza con le proprie valve per guarnire. Fate soffriggere uno spicchio d'aglio tritato, uno scalogno ed il peperoncino, aggiungete le seppie, i calamari ed i polpetti tagliati a pezzi ed il pomodoro, lasciate insaporire, sfumate con del vino bianco e lasciate cuocere per una decina di minuti. circa Aggiungete via via la polpa di pesce tagliata a pezzi, gli scampi, le canocchie e i gamberoni, versando un pò alla volta il liquido di cottura dei mitili. Qualche minuto prima di terminare la cottura aggiungete le cozze, le vongole e una manciata di prezzemolo tritato.
Servite con un crostino di pane insaporito con aglio.

mercoledì 22 settembre 2010

Fantasie Veneziane


Chiusa la pausa estiva ritornano gli appuntamenti della rassegna culturale e gastronomica Cena di Note 2010, firmata dal Corriere del Veneto su un’idea di Alessandro Tortato, direttore d’orchestra veneziano, alla cui realizzazione collabora la rivista enogastronomica Papageno, con il supporto del network televisivo 7Gold e delle emittenti Radio Padova ed Easy Network, nonché l’importante contributo della banca privata austriaca Schoellerbank.
Dai fasti francesi del Relais Monaco di Ponzano Veneto, il tour conduce ora i gourmand nella città di Vicenza, per andare alla scoperta di una delle più belle dimore storiche del Vicentino e del Veneto: Villa Valmarana ai Nani. Risalente alla fine del 1600, la villa è così chiamata per la caratteristica cinta muraria sormontata da statue di nanetti ed è famosa per il ciclo di affreschi firmati dai grandi maestri veneziani Giambattista e Giandomenico Tiepolo.
In questa affascinante atmosfera risuoneranno le più celebri note di Antonio Vivaldi ( 1678-1741), ovvero i concerti de “Le quattro Stagioni”, per dare il “la” alla serata “ Fantasie Veneziane”. Ad eseguirle sarà il Quartetto dell’Orchesta Accademia di San Giorgio – Fondazione Cini di Venezia- composto da : Giampiero Zanocco ( violino principale), Gilda Urli ( violino I), Luisa Messinis ( violino II), Francesca Levorato ( villa), Giuseppe Barutti ( violoncello).
Il prologo vivaldiano introdurrà il tema enogastronomico della Cena di Note vicentina che avrà tre protagonisti in cucina: Corrado Fasolato, chef stellato del MET Restaurant – Metropole Hotel di Venezia; Manolo Rigoni patron del servizio di catering “Con Gusto Vicenza” e il suo chef Marco Securo. Il menù da loro interpretato prenderà ispirazione dalla più pura tradizione culinaria veneziana per trarne nuovi spunti: tra i piatti in lista le Frittelle di baccalà mantecato., Scampi in saor, Terrine di germano e verdure coriandolo intingolo, Piccione in saor di lamponi ideato da Corrado Fasolato.
Ad accompagnare le pietanze di laguna ci saranno, invece i migliori vini dell’entroterra veneto: una selezione di etichette della Cantina di Custoza (Verona), per un felice connubio tra mare Adriatico e lago di Garda . La Cantina di Custoza è un partner privilegiato degli incontri enogastronomici di Papageno e il suo contributo non poteva mancare in una cena che esalta il meglio delle eccellenze venete.

VENERDI' 24 SETTEMBRE 2010

Fantasie Veneziane
Villa Valmarana ai Nani, Vicenza


Ore 19.30
Musiche di A.Vivaldi - Quartetto dell'Accademia di San Giorgio
 
Ore 20.30
I sapori della Serenissima

Menù a cura di:
Marco Securo, chef "Con Gusto", Vicenza
Corrado Fasolato, chef MET Restaurant - Metropole Hotel, Venezia
Selezione pregiate etichette di vini.

Il costo è di 60 Euro, vini inclusi.
La disponibilità dei posti è limitata.
Richiesta prenotazione preferibilmente per e-mail.
Villa Valmarana ai Nani , Via dei Nani 8 - Vicenza.
E-mail: valmarana@villavalmarana.com
Tel. 0444 321803 dal lunedì al venerdì ore 9.30 - 12.30 e ore 15.00 - 18.00
(sabato e domenica ore 10.00 - 12.00)

giovedì 16 settembre 2010

Venezia incontra l'Europa


Il Relais Monaco in collaborazione con Papageno, rivista enogastronomica dell'Alpe Adria, promuove cinque magiche serate di respiro europeo nella raffinata atmosfera del Ristorante "La Vigna".
"Venezia incontra l'Europa" sarà il filo conduttore di incontri esclusivi, in cui il momento culturale sarà l'occasione per costruire un menù a tema interpretato a quattro mani da Mimmo Salerno, chef del Relais Monaco in collaborazione con prestigiosi nomi della ristorazione europea.
Durante ogni serata sarà possibile degustare una selezione dei migliori vini d'Alpe Adria.

Il Relais Monaco Hotel & Country Club, aperto tutto l'anno, propone la raffinata cucina di Mimmo Salerno, chef executive del Ristorante La Vigna, dalle eleganti e luminose sale affacciate sul parco. Il menù predilige sapori mediterranei e specialità di mare, in cui affondano le radici dello chef originario della Puglia, uniti con equilibrio alle eccellenze gastronomiche trevigiane e venete, anche nei piatti di terra.

VENERDÌ 17 SETTEMBRE 2010
L'Austria e i sapori d'oltralpe

Ore 19.30


Musiche di Kurt Weill
Sonia Zaramella mezzosoprano, Chiara Zocca al pianoforte
 

Ore 20.30
 
Menù a cura di: Mimmo Salerno , chef Ristorante La Vigna.
In collaborazione con: Thomas Riederer , chef del Ristorante T.O.M. am Kochen (Stiria, Austria)
Selezione vini austriaci Azienda Ober Guess e Azienda Rebenhof


Disponibilità limitata. Richiesta prenotazione.
Relais Monaco - Tel. +39 0422 9641 - mailbox@relaismonaco.it
via Postumia 63, Ponzano Veneto (Treviso)
Per prenotazioni stampa:
Papageno - Tel. +39 0422 307153 - eventi@papagenonline.it

giovedì 12 agosto 2010

Gamberi marinati

Un antipasto fresco e delicato, delle vere perle per buongustai. E' necessaria una certa attenzione nella scelta dei gamberi (qualità carabineros), non sempre facilmente reperibili, devono essere freschissimi e di provenienza certa, il vostro pescivendolo di fiducia vi potrà essere d'aiuto. Gli ingredienti e la preparazione sono semplici, il risultato straordinario. Come dicevo, delle vere e proprie perle, da apprezzare per la qualità e la delicatezza dei sapori. Lo offro alla mia amica Fenice, voglio ringraziarla per aver creato il nuovo header del blog.


Ingredienti: 400 gr di gamberi qualità carabineros, olio e.v. d'oliva, un pizzico di sale, pepe macinato, il succo di due limoni,  un rametto di finocchio selvatico.
Preparazione: sgusciate e lavate i gamberi, con un coltellino incideteli e eliminate l'intestino, poneteli in un piccolo recipiente e copriteli con un'emulsione composta da olio evo, il succo di limone, un pizzico di sale e una macinata di pepe. Coprite e lasciateli riposare qualche ora in frigorifero fino al momento di servire, scolateli e poneteli su un vassoio, spolverizzateli con del finocchietto selvatico tritato e servite

mercoledì 21 luglio 2010

Vacanze

Mestolo&Paiolo va in vacanza, augura a tutti gli amici ed a tutti i lettori buone ferie, e a chi le ha già fatte...buona permanenza.
Ci rivediamo ad agosto!

domenica 11 luglio 2010

Insalatina di polpetti e patate

Una ricetta fresca e poco calorica, l'ideale per il caldo opprimente di questa stagione.

Ingredienti: 500 gr di polpetti moscardini (folpi), 50 gr di patate, 1 costa di sedano, un mazzetto di prezzemolo, 1 foglia d'alloro, sale pepe, olio e.v. d'oliva q.b.
Preparazione: pulite i moscardini (folpi), togliendo gli occhi ed il beccuccio e risciacquate bene. Preparate una pentola con abbondante acqua, l'alloro e portate ad ebollizione. Immergeteli nell'acqua, coprite con un coperchio e lasciate cuocere per 15 - 20 minuti fino a quando diventano teneri. Scolateli, lasciateli intiepidire e tagliateli a pezzetti. Lavate e pelate le patate, tagliatele a pezzi e lessatele. Unite in una terrina le patate e i polpetti, aggiungete il sedano tagliato a rondelle ed i prezzemolo tritato, condite con sale, pepe, olio evo e servite freddo.

sabato 10 luglio 2010

Cena di Note con Papageno


Chiusa la prima parte estiva, Cena di Note 2010 dà appuntamento ai buongustai a venerdì 24 settembre, in una delle più belle ville venete che si adorna dello straordinario ciclo pittorico di Gian Battista Tiepolo e del figlio Giandomenico (1757): a Villa Valmarana ai Nani di Vicenza il quartetto dell’Accademia di San Giorgio presenterà le “Fantasie Veneziane” con le sinfonie di Vivaldi, mentre a tavola il palato incontrerà il menù curato da Manolo Rigoni (“Con Gusto Vicenza”) e da Corrado Fasolato, celebre chef del MET Restaurant – Metropole Hotel di Venezia.

venerdì 18 giugno 2010

Cena di Note


  "Il 25 giugno al Relais Monaco di Ponzano (TV), si incontrano a tavola e nel bicchiere Veneto, Friuli Venezia Giulia e Piemonte.


Ultimo appuntamento estivo per l’edizione 2010 della rassegna culturale e gastronomica Cena di Note, firmata dal Corriere del Veneto su un’idea di Alessandro Tortato, direttore d’orchestra veneziano, alla cui realizzazione collabora la rivista enogastronomica Papageno, con il supporto del network televisivo 7Gold e delle emittenti Radio Padova ed Easy Network, nonché l’importante contributo della banca privata austriaca Schoellerbank.
Chiusa la prima parte estiva, Cena di Note 2010 dà appuntamento ai buongustai a venerdì 24 settembre, in una delle più belle ville venete che si adorna dello straordinario ciclo pittorico di Gian Battista Tiepolo e del figlio Giandomenico (1757): a Villa Valmarana ai Nani di Vicenza il quartetto dell’Accademia di San Giorgio presenterà le “Fantasie Veneziane” con le sinfonie di Vivaldi, mentre a tavola il palato incontrerà il menù curato da Manolo Rigoni (“Con Gusto Vicenza”) e da Corrado Fasolato, celebre chef del MET Restaurant – Metropole Hotel di Venezia.

Dopo l’evento a Castel Toblino (Trento), l’itinerario gastronomico riporta il team di Papageno nel Veneto per approdare venerdì 25 giugno al Relais Monaco Hotel & Country Club di Ponzano Veneto (Tv), per offrire agli appassionati gourmand una serata dedicata alla “Dolce Francia”, aperta dal concerto che vedrà esibirsi Guglielmo Pellarin al corno e il pianista Federico Lovato in un raffinato repertorio di romanze, pavane e villanelle, firmate da Saint-Saëns, Ravel, Dufaye e Dukas. 

Guglielmo Pellarin, nonostante la giovane età, è già primo corno dell'Orchestra del Teatro Verdi di Trieste e dell'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, e attualmente nell’organico dell'Accademia di Santa Cecilia di Roma. 
Dalle note dei compositori francesi si passerà alle note di gusto dei tre “artisti” all’opera in cucina: Mimmo Salerno, chef Ristorante La Vigna del Relais Monaco; Andrea Canton chef Ristorante La Primula di San Quirino (PN); Luigi Taglienti del Ristorante Delle Antiche Contrade di Cuneo
 “La Primula” di Andrea Canton è il più antico ristorante del Friuli direttamente gestito e condotto dalla stessa famiglia e vanta dal 1984 anche l’ambita stella Michelin. 
 Luigi Taglienti, classe 1979, è stato premiato come migliore giovane chef dalla Guida de L’Espresso, ha in curriculum una stella Michelin (che però brillava già sul Delle Antiche Contrade), ed è tra i dieci giovani chef emergenti nella classifica del Gambero Rosso."

domenica 6 giugno 2010

Dadolata di tonno


Una variante della tartare di tonno, con un taglio più grosso e l'aggiunta di verdure. Un antipasto veloce, gustoso e genuino, adatto alla stagione estiva.
 Ingredienti:  300 gr di tonno freschissimo, un cipollotto, un pomodoro, olio e.v. d'oliva, qualche goccia di limone, pepe.
Preparazione: tagliate a dadini il tonno ed il pomodoro dopo averlo lavato e privato dei semi, affettate il cipollotto, unite il tutto in una ciotola e condite con una generosa macinata di pepe, un filo d'olio evo e qualche goccia di limone. Lasciate riposare qualche minuto e servite su un fondo di misticanza.

giovedì 27 maggio 2010

Cena di Note


Vi propongo un nuovo evento organizzato da Papageno, la prima ed unica rivista enogastronomicadell'Alpe Adria pubblicata in italiano e tedesco.
LA GRANDE GERMANIA

Tre prestigiosi chef e un concerto d’eccezione per l’esordio trentino di Cena di Note:

Venerdì 28 maggio a Castel Toblino, uno dei più celebri castelli della regione.


"Oltrepassare i confini del Veneto, dove è nata e si è sviluppata negli anni, per giungere in Trentino: questa la nuova sfida dell’edizione 2010 della rassegna culturale e gastronomica Cena di Note, firmata dal Corriere del Veneto su un’idea di Alessandro Tortato, direttore d’orchestra veneziano, alla cui realizzazione collabora la rivista enogastronomica Papageno, con il supporto del network televisivo 7Gold e delle emittenti Radio Padova ed Easy Network, nonché l’importante contributo della banca privata austriaca Schoellerbank.

Due gli appuntamenti in altrettante incantevoli location del nord Italia. Ad ospitare l’esordio sarà Castel Toblino, un gioiello affacciato sull’omonimo lago, poco lontano da Trento. In posizione particolarmente suggestiva, ha richiamato da sempre l'attenzione di artisti e poeti oltre ad incuriosire i turisti con numerose leggende.
L’aspetto attuale è caratterizzato dagli elementi cinquecenteschi dovuti ai rifacimenti voluti dal Vescovo Bernardo Clesio e dei Madruzzo, che trasformarono la primitiva fortezza in una piacevole residenza signorile."
Venerdì 28 maggio

"La serata si aprirà nell’atmosfera barocca ricreata dalla “Camerata Artemisia Gentileschi”, complesso vocale e strumentale formato dal soprano Arianna Vendittelli, una delle cantanti predilette da Riccardo Muti, gli oboisti Barbara Ferrara e Roman Schmid e la clavicembalista Cecilia Montanaro, che proporranno musiche di G.F. Händel, eseguite con strumenti originali d'epoca

I commensali incontreranno la Germania a tavola grazie ad un menù a sei mani, realizzato da tre prestigiosi chef: Stefano Bertoni (Castel Toblino), Nadia Pasquali (Ristorante Alla Borsa) e il giovanissimo stellato Enrico Bartolini, chef del Ristorante Le Robinie di Montescano (Pv).

I “filetti di pesce persico alla gardesana con spinacini e limone candito” e “i cannoli di mozzarella di bufala, sarde di lago in “sisam” e pesto leggero di prezzemolo”, interpretati dallo chef di casa Stefano Bertoni, saranno accompagnati da un pregiato Franciacorta Cremant 1995 Millesimato della cantina Casa Caterina.
Il passaggio del testimone va a Nadia Pasquali, che con la passione che la contraddistingue, preparerà i suoi “nodi d'amore”, i tortellini di Valeggio nella versione “classica” e in una variante creata per l’occasione: “tortelli con asparagi bianchi di Zambana e asparagi verdi di Rivoli Veronese con speck croccante e salsa al Traminer aromatico”, il tutto accompagnato da una selezione di etichette delle Aziende Agricole Cavalchina e Prendina."

martedì 18 maggio 2010

Venezia incontra l'Europa

"Il Relais Monaco in collaborazione con Papageno, rivista enogastronomica dell'Alpe Adria, promuove cinque magiche serate di respiro europeo nella raffinata atmosfera del Ristorante "La Vigna"."Venezia incontra l'Europa" sarà il filo conduttore di incontri esclusivi, in cui il momento culturale sarà l'occasione per costruire un menù a tema interpretato a quattro mani da Mimmo Salerno, chef del Relais Monaco in collaborazione con prestigiosi nomi della ristorazione europea.Durante ogni serata sarà possibile degustare una selezione dei migliori vini d'Alpe Adria."

Venerdì 21 maggio 2010
l'Istria, i suoi vini, i suoi sapori

"Secondo speciale appuntamento venerdì 21 maggio al Relais Monaco di Ponzano Veneto per la rassegna «Venezia Incontra l'Europa».
Dopo il successo della serata che ha avuto come protagonista il re dei vini veneti, l'Amarone, un nuovo imperdibile evento che avrà per tema: l'ISTRIA, I SUOI VINI E I SUOI SAPORI.
L’Istria è vicina, e con il nostro paese ha condiviso storia e memorie. Con Venezia in particolare, che la rese parte della Serenissima – la conquista veneziana della maggior parte dell'Istria iniziò già nel XII secolo – e colorò così i suoi piatti dei sapori culinari lagunari più tipici.
La serata inzierà alle ore 19.30 con un omaggio musicale alla Serenissima de «La Tavola Armonica», un gruppo di 20 elementi che alterneranno antichi canti veneziani a parti di recitazione.
Sarà facile sentirsi nella meravigliosa Istria grazie al menù realizzato dallo chef di casa Mimmo Salerno, in collaborazione con il rinomato ristoratore istriano Dušan Cernjul, chef del ristorante Vela di Nera di Pola e la straordinaria partecipazione di Sandi Paris, campione quadruplo dei sommelier croati, che presenterà una pregiata selezione di etichette dell'azienda Roxanich."

Ricapitolando...

Ore 19.30: La musica racconta Venezia - La Tavola Armonica.
Ore 20.30: Menù a cura di Mimmo Salerno, chef Ristorante La Vigna.
In collaborazione con: Mr Dušan Cernjul, chef del Ristorante Vela Nera di Pola.
Con la partecipazione di Sandi Paris, campione quadruplo dei sommelier croati.
 
Disponibilità limitata. Richiesta prenotazione.
Relais Monaco - Tel. +39 0422 9641 – mailbox@relaismonaco.it
Costo 60,00 euro, selezione dei vini inclusi.

Prossimi appuntamenti:
Venerdì 23 luglio 2010
La Francia in tavola, l’Alsazia nel bicchiere.
Venerdì 17 settembre 2010
L’Austria e i sapori d’oltralpe.
Venerdì 12 novembre 2010
Vini e sapori di Slovenia.

venerdì 7 maggio 2010

Antipasto di pesce crudo


L'arrivo della bella stagione, tra le tante cose, ci porta anche tanto buon pesce. Degli ottimi molluschi freschissimi, si prestano benissimo ad essere consumati crudi, con un condimento molto semplice, che non alteri il sapore "marino" di queste specie, ovviamente tutto deve essere freschissimo e di provenienza garantita. Un piatto simile è quanto di meglio possa aspettarsi chi ama il mare ed i suoi sapori.


Ingredienti: capesante, scampi, fasolari, tartufi di mare,cape lunghe, ostriche ecc., olio evo, 1 limone, pepe q.b.
Preparazione: aprite i molluschi, eliminate una delle due valve e puliteli con un coltellino, eliminando le membrane e le parti non commestibili, adagiateli su un piatto, meglio se con ghiaccio,  conditeli con un filo d'olio evo, limone, una macinata di pepe, lasciate marinare brevemente e servite.

venerdì 16 aprile 2010

Branzino al sale

Questo tipo di cottura è più semplice di quanto si possa immaginare, inoltre è estremamente salutare perchè non richiede l'aggiunta di condimenti. La polpa risulterà cotta in modo uniforme, morbida, profumata e molto saporita.



Ingredienti per 4 persone: 4 branzini da porzione, 3 kg di sale, rosmarino, vino bianco secco, olio e.v. di oliva, pepe.

Preparazione: Eviscerate e lavate i branzini esternamente ed internamente, asciugateli e inserite nel ventre un rametto di rosmarino. versate il sale sul fondo della teglia formando uno strato di circa 2 cm. Appoggiatevi i pesci distanziati tra loro e ricopriteli di sale con uno strato uguale al precedente. Spruzzate qualche goccia di vino bianco secco. Infornate a 220 gradi per circa 30 minuti. Estraete la teglia dal forno e con un cucchiaio spaccate la crosta di sale formatasi, disponete il pesce in filetti sul piatto di portata, una macinata di pepe, un filo di olio e.v. d'oliva e servite

mercoledì 31 marzo 2010

Venezia incontra l'Europa

"Il Relais Monaco in collaborazione con Papageno, rivista enogastronomica dell'Alpe Adria, promuove cinque magiche serate di respiro europeo nella raffinata atmosfera del Ristorante "La Vigna".
"Venezia incontra l'Europa" sarà il filo conduttore di incontri esclusivi, in cui il momento culturale sarà l'occasione per costruire un menù a tema interpretato a quattro mani da Mimmo Salerno, chef del Relais Monaco in collaborazione con prestigiosi nomi della ristorazione europea.
Durante ogni serata sarà possibile degustare una selezione dei migliori vini d'Alpe Adria."
 
Venerdì 16 aprile 2010
Amarone, il “re” dei vini veneti
Ore 19.30
Musiche di Mozart e Vivaldi Silvia Celadin soprano, Pierluigi Piran al pianoforte
Ore 20.30
Menù a cura di Mimmo Salerno, chef Ristorante La Vigna. In collaborazione con gli chef: Fabrizio Nonis e Stefano Sangion – della rubrica TG5 GUSTO - Canale 5
Selezione vini del Consorzio Tutela Vini Valpolicella D.O.C.
Disponibilità limitata. Richiesta prenotazione.
Relais Monaco - Tel. +39 0422 9641 – mailbox@relaismonaco.it
Costo 60,00 euro, selezione dei vini inclusi.
Programma completo e chef della serata.

martedì 16 marzo 2010

Piatto d'oro Alpe Adria 2010


Ecco una nuova bellissima iniziativa di Papageno, la prima e unica rivista di enogastronomia dell'Alpe Adria pubblicata in italiano e tedesco. Di seguito riporto quanto pubblicato nel sito di Papageno.

Un concorso per scoprire la ricetta dell’eccellenza

"Papageno presenta il Piatto d’Oro 2010 di Alpe Adria, il primo concorso internazionale nato per promuovere la ristorazione d’eccellenza del territorio di Alpe Adria. Il concorso invita alla segnalazione di un piatto e del ristorante che meglio lo interpreta: la specialità che più rappresenta il locale o una ricetta che si distingue per peculiari qualità. Possono partecipare lettori e ristoranti, in modo libero e gratuito, compilando ed inviando la scheda di adesione che troverete nei successivi numeri di Papageno o al link "SCARICA IL MODULO".
Il tutto, entro e non oltre la data del 10 novembre 2010.
Attraverso le schede pervenute verranno individuati 10 piatti (uno per ciascuna delle regioni d’Alpe Adria contemplate) e i corrispettivi ristoranti, ripartiti per provenienza. Questi 10 locali saranno invitati a partecipare ad una finale di gala presso il Relais Monaco Hotel & Country Club di Ponzano Veneto (Treviso).Durante la serata presenteranno una ricetta calda che sarà sottoposta in degustazione a una giuria “tecnica” formata da dieci esperti (giornalisti e professionisti della ristorazione) e una giuria “popolare” composta da dieci lettori estratti a sorte tra tutte le schede di voto pervenute.


Ad ogni piatto sarà abbinato un vino, scelto dal ristoratore, che potrà anche non essere della regione di provenienza ma dovrà comunque essere prodotto nel territorio di Alpe Adria così come individuato ai fini del concorso. L’abbinamento sarà sottoposto alla valutazione di un rappresentante Ais e il giudizio concorrerà alla definizione del risultato. Il voto finale attribuirà il premio “Piatto d’Oro 2010 di Alpe Adria” insieme ad altre speciali menzioni e riconoscimenti di merito.
Tutti i ristoranti segnalati saranno inseriti nella guida “Piatto d’Oro 2010 di Alpe Adria”.


Le schede inviate via posta devono essere spedite in busta chiusa intestata a:
Bacco Arianna Editore
“Concorso Piatto d’Oro di Alpe Adria”
Viale della Repubblica 19/c
31020 Fontane di Villorba - Treviso
Le schede inviate via fax, al numero +39 0422 303080
"

 Scarica il
 
regolamento Scarica il regolamento     Scarica il 
modulo Scarica il modulo

sabato 6 marzo 2010

Bocconcini di puccia tirolese


La puccia tirolese è un pane a base di farina di segale, frumento, semi di finocchio, coriandolo, trigonella e cumino. E' reperibile anche nelle zone dolomitiche del Veneto, dove si produce e si consuma tutto l'anno. Si conserva molto bene e si presta benissimo ad essere consumato con affettati, uno su tutti lo speck.

Ingredienti: 1 puccia tirolese, acciughe dissalate, burro.
Preparazione: tagliate la puccia e spalmate le due metà di burro morbido, farcite con kle acciughe ben lavate e dissalate e ponete in forno caldo per qualche minuto, fino a quando il burro si sara completamente fuso. Togliete dal forno e tagliate la puccia a piccoli spicchi o a quadretti e servite caldo.

sabato 20 febbraio 2010

Stinchi al forno

Una piatto semplice e prelibato che ci conforta durante la stagione fredda, da accompagnare con ottimi crauti.


Ingredienti: 4 stinchi di maiale, 2 rametti di rosmarino, qualche foglia di salvia, 2-3 spicchi d'aglio, qualche bacca di ginepro, un bicchiere di vino bianco, una noce di burro, olio evo, sale, pepe q.b.

Preparazione: rosolate lo stinco da tutti i lati in una casseruola con il burro, l'olio, gli aromi e sfumate con il vino bianco. Aggiungete poca acqua, regolate di sale e pepe, coprite con della carta stagnola ed infornate a 180° per circa un'ora e mezza o più se necessario, rigirandoli a metà cottura e togliendo la stagnola a 3/4 della cottura. A fine cottura devono risultare molto teneri. Irrorateli con il fondo di cottura e serviteli caldi.

giovedì 28 gennaio 2010

Comunicazione ad amici e lettori

A causa di un fastidioso imprevisto, sono costretto a prolungare la mia assenza dal blog. Ringrazio quanti son passati per un saluto od un commento e mi scuso se non vi sono venuto a trovare in questo ultimo periodo.
Un saluto a tutti e spero di potervi ritrovare presto.

giovedì 7 gennaio 2010

Baccalà mantencato

In Veneto per baccalà si intende quello che nel resto d'Italia è lo stoccafisso. Un piatto davvero semplice che in Veneto ha tradizioni antiche. Per quanto mi riguarda, la preparazione di questa ricetta, rimane ancorata alla tradizione dell'uso delle braccia. Ho avuto modo di assaggiare preparazioni di baccalà "frullato", "impastato, " che prevedono l'utilizzo di robot da cucina, mixer, frullatori ed impastatori vari, l'esperienza però mi insegna che nulla per il momento, sostituisce l'amorevole e sapiente cura delle nostre braccia e delle nostre mani. La quantità di olio può variare a seconda della qualità, della cottura e del tipo di ammollo del pesce. Non esagerate con il sale, se lo fate non ci sarà modo di porvi rimedio, meglio quindi aggiungerne in un secondo momento. Preferisco aromatizzare direttamente l'olio con l'aglio, in alternativa potete aggiungere due spicchi d'aglio al momento della mantecatura, per poi toglierli prima di servirlo.

Ingredienti: 500 gr di baccalà già ammollato (stoccafisso), olio e.v. d'oliva q.b., un bicchiere di latte intero, un mazzetto di prezzemolo, 2spicchi d'aglio, sale e pepe q.b.
Preparazione: mettete il baccalà in una pentola con acqua fredda poco salata, accendete il fuoco e fate cuocere per 30 minuti da quando raggiunge il bollore, schiumando quando necessario. Scolate il baccalà e privatelo di pelle, lisca e spine, in un pentolino, fate insaporire l'olio con gli spicchi d'aglio a fuoco basso,  mantenendo una bassa temperatura e facendo molta attenzione a non bruciarli. Sminuzzate la polpa grossolanamente con le mani, ponetela in una pentola stretta e dai bordi alti. Aggiungete il prezzemolo finemente tritato e, facendovi aiutare per reggere la pentola, con un mestolo di legno mescolate energicamente e di continuo, versando l'olio a filo e regolando di sale e pepe. E' un'operazione faticosa, ma necessaria per la buona riuscita del piatto. Quando l'olio si sarà assorbito, versate poco alla volta il latte, continuando a mescolare energicamente qualche minuto, fino a quando il baccalà assumerà un aspetto cremoso, caratteristico della mantecatura.
Si è verificato un errore nel gadget

I miei premi - My awards

 

blogger templates