Al mio caro papà...

mercoledì 23 aprile 2008

Acciughe al forno

Ultimamente quasi ogni volta che vado a trovare il mio pescivendolo di fiducia, cedo alla tentazione di acquistare anche un pò di alici. Questa mattina è successo di nuovo e questo è il risultato.
Ingredienti:
500/600 gr di acciughe, 2/3 spicchi d'aglio, olio e.v. d'oliva, succo di 1 limone, 1 ciuffo di prezzemolo, 5o gr di pangrattato, 1 cucchiaio di capperi, timo, sale e pepe q.b.
Tempo: 25/30 minuti più il tempo per pulire le alici.
Difficoltà: facile
Preparazione: Tritate l'aglio, il prezzemolo, i capperi, aggiungete un po' di timo, il pangrattato, il sale, il pepe e mescolate il composto. Pulite e lavate le alici privandole della testa, delle interiora, della lisca e apritele a metà. Ungete una teglia con olio e.v.o., spolverizzate il fondo con un po' del composto preparato e disponetevi sopra metà delle acciughe. Cospargete con il trito e fate un nuovo strato di alici. Preparate un'emulsione con il succo di limone e qualche cucchiaio di olio e.v.o. e versatelo sul pesce (volendo di può sostituire con vino bianco secco e un filo d'olio). Infornate a 200 gradi per 25 minuti, accendendo il grill gli ultimi 3 minuti.

19 commenti:

  1. Ciao Stefano
    Anche io ogni tanto preparo le acciughe così.
    Gustose,veloci ed ecomoniche.Un saluto e buonanotte
    Grazia

    RispondiElimina
  2. Che buon profumo che deve avere questo piattino!!!

    RispondiElimina
  3. le acciughe sono davvero buone... e, poi, costano poco...
    buone davvero, io le preparo in una maniera simile aggiungendo anche patate e scamorza...
    devo farti davvero i complimenti i tuoi piatti sono davvero molto buoni!!!

    RispondiElimina
  4. buone e poi visto che costano poco e noi siamo tanti e ci piace il pesce direi che è una ricetta da stampare subito! grazie e buona notte... visto l'ora...

    RispondiElimina
  5. ricetta pefetta anche se nel sud si opta x l'aceto invece del limone buon ponte

    RispondiElimina
  6. ottima ricetta,cosi non le avevo mai preparate,devo farle!!
    un grande bacio ;D

    RispondiElimina
  7. Ciao Stefano buone, buone così le acciughe!!! Buon 25 aprile :D

    RispondiElimina
  8. buonissime... mai cucinate così!

    RispondiElimina
  9. Ciao Stefano....ne sento il profumo.....
    passa da me, ho un meme per te!

    RispondiElimina
  10. mammazan: Ciao Grazia, un abbraccio.

    graziella: in effetti il loro profumo stimola l'appetito. Ciao ;))

    panettona: ottimo consiglio il tuo, lo proverò. Ciao:))

    ely: la spesa è veramente irrisoria, il tempo di preparazione è velocissimo, a parte l'operazione di pulizia delle alici. Poi per i bimbi, se son preparate con il limone penso piacciano ancor di più. Ciao

    marcella: io non uso molto l'aceto in cottura, dovrò decidermi a provare. Ciao e buon ponte a te. (dai che le previsioni sembrano buone!)

    mirtilla: provale e mi dirai. Un abbraccio. Ciao :)))

    nepitella: anche a Trieste il 25 aprile si festeggia la festa del bocolo? Ciao ;D

    salsadisapa: provale, son facili e buone. Ciao :))

    dolcienonsolo: grazie della visita, ti verrò a trovare. Ciao

    maddea: grazie, passo subito. Ciao

    RispondiElimina
  11. Il pesce azzurro è ricco infatti di sali minerali (tra cui il selenio, un efficace antiossidante, calcio, fosforo, ferro e iodio) e vitamine (in particolare A e B), è facile da masticare e da digerire (ottimo quindi per anziani e bambini) e contiene anche un'altissima concentrazione di omega-3, gli acidi grassi polinsaturi che svolgono effetti benefici sul cuore e la circolazione in generale, abbassando il livello di colesterolo. Si tratta di grassi che non vengono prodotti dal nostro organismo e che quindi dobbiamo introdurre attraverso l'alimentazione, mangiando pesce azzurro almeno 3 volte alla settimana. Immagino il profumino di questo bel piatto economico, buon fine settimana...

    RispondiElimina
  12. Che bel blog! Io adoro il Veneto e la sua cucina...ti terrò d'occhio!

    RispondiElimina
  13. Mmmmm ! se pò fà.
    Sabato prenderò il pesce e me lo preparerò ... col vino.
    Il limone non riesco a mangiarlo ne sul pesce ne sui fritti, se non c'è vino preferisco mangiarli così senza nulla.
    Manti Stef

    RispondiElimina
  14. nuvoletta: grazie per le preziose nozioni che ci fornisci. Buon ponte! Ciao ;))

    laura: Ciao e benvenuta, torna quando vuoi, la cucina è sempre aperta. :))

    rosatea: con il vino vengono comunque buonissime, anzi. Ciao ;))

    RispondiElimina
  15. Vedi caro Stefano si vede proprio che manco dal veneto da oltre 50 anni, e che non conosco questa tradizione spero che con l'avvenire io possa imparare tanto da te che a quanto ho visto sei molto che dico moltissimo informato e mi potrai qualche volta aiutare.
    scusami del lungo commento ma ne avevo bisogno.
    un forte abbraccio
    Tomaso

    RispondiElimina
  16. tomaso: caro Tomaso, sono convinto di essere io a imparare molto da te. Se comunque dovessi aver bisogno, sai dove trovarmi. Da quale provincia sei originario?
    Ciao , a presto

    RispondiElimina
  17. Io preparo così anche l sarde.
    Buono!!!
    un abbraccio e Buona Pasqua

    RispondiElimina
  18. buone! sono ottime anche sulla pizza come in questa ricetta http://www.menupizza.it/ricette-pizza/1567/ricetta-pizza-romana/

    RispondiElimina

Grazie della visita e del commento, risponderò nel tuo blog.
I commenti anonimi saranno rimossi.

Si è verificato un errore nel gadget

I miei premi - My awards

 

blogger templates