Al mio caro papà...

mercoledì 24 novembre 2010

Sbrise trifolate (Sbrise in tecia)

 Il loro nome è Pleurotu ostreanus, in Veneto conosciute con il nome di "sbrise". Fungo per lo più coltivato, facile da reperire, si presta ad essere consumato cotto ai ferri, fritto, o come in questo caso trifolato. La preparazione è estremamente semplice e veloce, ideale come accompagnamento di carni ai ferri o arrosti.
Se ne avanza possiamo preparare un ottimo risotto.


Ingredienti: 600-800 gr di sbrise, 2 spicchi d'aglio, un mazzetto di prezzemolo, olio e.v. d'oliva, una piccola noce di burro, sale e pepe quanto basta.
Preparazione: Lavate le sbrise, tagliatele a pezzetti e fatele cuocere con l'olio, il burro ed trito di prezzemolo e aglio. Regolate di sale e pepe e portate a cottura per circa 15 minuti,aggiungendo poca acqua calda se necessario, fino a quando saranno diventate tenere e saporite. Ottime servite con salumi e formaggio fuso.

domenica 14 novembre 2010

Prepariamo il burro

Una delle cose che mi diverto a preparare in casa è il burro. Acquisto latte vaccino crudo, dopo averlo fatto bollire e raffreddare, ne raccolgo la panna. Quando raggiungo un quantitativo sufficiente, all'incirca una tazza, procedo alla preparazione del burro. Il risultato è un burro delizioso, delicato e cremoso.


Ingredienti: panna fresca, acqua fresca .
Preparazione: versate la panna in un barattolo di vetro, con l'acqua fresca (1 - 2 bicchieri), chiudete ermeticamente ed iniziate ad agitare a mano il barattolo in maniera costante, dopo circa 5 - 10 minuti, il burro comincerà a montare, continuate ad agitare il vaso, aggiungendo ancora poca acqua fredda. Dopo ulteriori 5 minuti noterete che la parte grassa si sarà separata dall'acqua. A questo punto il burro si presenterà in grossi fiocchi, versatelo  in una terrina d'acqua fredda qualche minuto per farlo rapprendere, risciacquatelo con acqua fresca corrente. Toglietelo dall'acqua e lavoratelo con un cucchiaio per dargli la forma. Conservatelo in frigo avvolto con della pellicola.

mercoledì 10 novembre 2010

Alluvione in Veneto


C'è poco da dire di fronte a simili tragedie, in pochi minuti l'acqua ed il fango hanno portato via anni di lavoro, certezze di una vita e la speranza per il futuro. Però non sono riuscite a portar via la dignità a queste popolazioni, che hanno faticosamente trovato la forza di rialzarsi, cercando di salvare il salvabile e rimediare per quanto possibile ai danni subiti. Moltissimi veneti più fortunati, in quanto risparmiati dal disastro dell'alluvione, si sono subito resi disponibili  e stanno aiutando gli abitanti dei comuni in maggiore difficoltà. Le immagini televisive non riescono a rendere pienamente l'idea di quale tragedia stiano vivendo quelle persone. Nemmeno i media nazionali ne avevano compreso subito la gravità.
La Regione Veneto ha istituito un conto corrente di solidarietà per le popolazioni alluvionate presso Unicredit Banca Spa. Chiunque lo desideri, può contribuire con un versamento con le seguenti coordinate:

Intestazione: “Regione Veneto – Emergenza Alluvione novembre 2010” – 
IBAN: IT 62 D 02008 02017 000101116078 



martedì 9 novembre 2010

Venezia incontra l'Europa

Il Relais Monaco in collaborazione con Papageno, rivista enogastronomica dell’Alpe Adria, ti invita
all’ultima delle cinque magiche serate di respiro europeo nella raffinata atmosfera del Ristorante “La Vigna”.
 VENERDÌ 12 NOVEMBRE
RISTORANTE LA VIGNA DEL RELAIS MONACO
VINI E SAPORI DI SLOVENIA

Cena con menu a cura di: Mimmo Salerno chef Ristorante La Vigna, Tomaž Kavcic chef Ristorante Gostilna Pri Lojzetu (Zemono).Ore 19.00 Aperitivo di benvenuto: Ikebana Culinaria (finger food di formaggio del Monte Nanos, roast-beef riempito con verdure, carpaccio di selvaggina gratinato con pomodori), panino sulla corda (piccoli bocconcini di pane farciti).
Ore 19.30 Bache bene venies, Otto secoli di vino e musica eseguti da “La Tavola Armonica”
Ore 20.30 Cena, menu della serata: Pane caldo e cren della tradizione, Idea di “Lubianska” (tartare di “pohorje beef” con briciole di pane speziato, servita con una crema di formaggio con prosciutto essiccato, e patate macerate nel peperoncino), tre amici: patate, uova e tartufo (purè di patate, zuppa di tartufo bianco, riso nero selvatico, uova di quaglia e tartufo bianco), raviolo di maialino da latte su tortino di cappuccio e pancetta. Il cortile del Montello (petto d’anatra al miele di castagne e tartufo nero con zucca e polenta croccante). Minestrone (macedonia, con 5 qualità di verdure e 7 di frutta, servita con gelato alla vaniglia e olio di zucca).
Caffè, piccola pasticceria Loison.
Il menu è accompagnato da una selezione delle più pregiate etichette di vini Sloveni. La disponibilità dei posti è limitata. Richiesta prenotazione. Il costo è di 60,00 Euro, selezione dei vini inclusi. Relais Monaco - Via Postumia 63, Ponzano Veneto (Treviso) Tel. +39 0422 9641 mailbox@relaismonaco.it

domenica 7 novembre 2010

Trippa in rosso

Da sempre presente in Veneto, a volte trattata con ingiusto scetticismo, la trippa in rosso è un piatto delizioso e confortante durante la stagione invernale.Per questioni di praticità consiglio di usare trippa precotta.



Ingredienti: 1kg di trippa di manzo, 1 costa di sedano, 1 cipolla, 1 carota, 1 foglia di alloro, olio e.v. d'oliva,  4 cucchiai di conserva di pomodoro, formaggio grattugiato (grana, montasio stravecchio, parmigiano) sale e pepe q.b.

Preparazione: lavate e tagliate a striscioline la trippa, tritate le verdure e preparate un profumato soffritto. Fateci rosolare la trippa con la foglia d'alloro, sfumate con vino bianco secco, aggiungete il pomodoro, regolate di sale e pepe, coprite e portate a cottura sino a quando diventerà tenera, aggiungendo se necessario un mestolo di brodo, servite con formaggio grattugiato. Volendo si può aggiungere durante la cottura un rametto di aulente rosmarino.
Si è verificato un errore nel gadget

I miei premi - My awards

 

blogger templates